Cerca

Scuola: Piemonte, Cavalieri Lavoro incontrano maturandi, valorizzare il fare impresa (2)

Cronaca

0

(Adnkronos) - ''La scelta universitaria sbagliata - ha proseguito - porta inevitabilmente ad una squilibrio tra domanda e offerta nel mercato del lavoro, basti pensare che nel 2010 ben 50 milaposti di lavoro non sono stati coperti perche' era carente l'offerta di laureati in ingegneria, nel settore economico-statistico, medico sanitario e giuridico mentre altrettanti laureati sono rimasti senza adeguate offerte di lavoro perche' provenienti da settori politico-sociale, letterario, linguistico, psicologico, e da architettura''.

''Infine -ha concluso Donato -occorre promuovere la cultura del rischio d'impresa e cambiare un atteggiamento culturale che vede,purtroppo, nel nostro paese, colui che genera ricchezza sotto una luce unpo' anomale, cosa che non succede per esempio nei paesi del Nord dove invece e' considerato un benemerito''.

Tra gli intervenuti a spiegare ai giovani il mestiere dell'imprenditore anche Marco Boglione, fondatore e presidente di BasicNet che ha ribaditocome la principale difficolta' oggi del fare impresa in Italia sia ''un ambiente che non asseconda questo tipo di attivita'. negli ultimi vent'anni si e' fatto troppo poco per assecondare l'impresa con il risultati che recenti ricerche ci dicono che solo l'1% dei diciottenni italiani pensa dicreare un'impresa contro il 25% dei giovani Usa. Oggi sono pochissimi i giovani che pensano di fare una cosa etica, creativa e utile a fare impresa, mentre invece dovrebbero pensare in grande'', ha concluso.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media