Cerca

Trieste: polizia su donna suicida, era ancora in Commissariato in attesa aereo

Cronaca

0

Trieste, 16 apr. - (Adnkronos) - Alina Diachuk, la donna ucraina di 31 anni che questa mattina si e' uccisa con il cordino della felpa in una stanza del Commissariato di Villa Opicina, una frazione di Trieste, si trovava ancora li' nonostante fosse stata scarcerata sabato scorso "perche' non era stato possibile trovare prima un aereo per espellerla", affermano fonti della Questura.

"Sabato e domenica - parla ancora la Questura - non c'erano aerei disponibili diretti in Ucraina. Oggi era stato prodotto l'atto amministrativo di espulsione ed era stato trovato il volo. Questa mattina, quando stavano per notificare all'ucraina l'atto, la Diachuk e' stata trovata agonizzante".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media