Cerca

Giglio: Provincia Grosseto, preoccupazione per riforma protezione civile (2)

Cronaca

0

(Adnkronos) - E' infatti evidente che la Provincia di Grosseto da sola con la propria struttura di Protezione civile non sarebbe in grado di subentrare alla struttura nazionale nel gestire la rimozione del relitto incagliato sugli scogli del Giglio. Gli stati di emergenza, infatti, non possono essere trattati in modo burocratico tutti alla stessa stregua, perche' diversi sono i motivi che li hanno originati e diverse le condizioni in cui si trovano a poter operare in via ordinaria le istituzioni locali''.

''Per questo motivo - aggiunge Marras - mi sono preoccupato di segnalare subito le nostre perplessita' alla presidenza del Consiglio dei ministri, con l'obiettivo di trovare soluzioni concrete che vadano al di la' di quelle semplicisticamente individuate sulla carta''.

Fra l'altro - conclude il presidente della Provincia - non condivido l'ipotesi che il presidente del Consiglio possa delegare la gestione delle fasi di emergenza al ministro dell'Interno. Il Dipartimento nazionale della Protezione civile, salvo la funesta parentesi della gestione Berlusconi-Bertolaso, ha sempre funzionato ottimamente, e la Provincia ha potuto svolgere in modo efficace il proprio ruolo proprio perche' era parte di un sistema nazionale collaudato ed efficiente. Motivo per cui non riteniamo ci sia alcun motivo oggettivo per tornare a una situazione quo ante e ad un modello organizzativo centralizzato in mano al Viminale di cui nessuno sente la mancanza''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media