Cerca

Fonsai: Arepo e Palladio, da accordo Unipol ingenti danni a compagnia (3)

Finanza

0

(Adnkronos) - Per Arepo e Palladio "una concausa non certo irrilevante dello stato di crisi pare verosimilmente essere configurabile nell'insieme delle operazioni effettuate dalla societa' con parti correlate, tra le quali Premafin. L'operazione prospettata consentirebbe agli stessi soggetti responsabili di tale situazione di far confluire il cospicuo indebitamento di Premafin in Fonsai mediante la fusione della prima nella seconda".

Premafin, ricordano i due soci, "e' una holding di mera partecipazione che versa in stato di decozione ed in grado esclusivamente di ridurre, apportandovi i propri debiti, il patrimonio netto della societa' risultante dalla programmata fusione e cosi', tra l'altro, di produrre un effetto negativo di 16 (sedici) punti percentuali sul margine di solvibilita' della stessa".

"Farebbe certo piacere a tutti gli azionisti - continuano i due soci - e non solo a quelli di maggioranza, poter anch'essi far confluire proprie azioni in Fonsai per trasferirvi debiti pari a quattro volte il valore di mercato della partecipazione detenuta; beneficiare di un diritto di recesso, una volta divenuti azionisti di minoranza di Fonsai a seguito dell'aumento di capitale riservato a Unipol, che, qualora esercitato, comportera' un ulteriore impatto negativo sul patrimonio di Fonsai e sul suo indice di solvibilita', impatto stimato dalla stessa societa' in 5 (cinque) punti percentuali". (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media