Cerca

Sanita': Formigoni, gruppi di potere non mi spazzeranno via

Politica

0

Roma, 17 apr. (Adnkronos) - "Nessuno mi ha mai pagato le vacanze, nessuno mi ha fatto regalie. Questo e' chiaro. E infatti non c'e' nessuna indagine su di me". Roberto Formigoni, a 'La telefonata' su Canale 5, si difende dalle accuse che gli vengono mosse nell'ambito dell'ultimo scandalo sulla sanita' in Lombardia.

"Non ho nulla da rimproverarmi sulla vicenda delle vacanze, io non ho pagato niente a Dacco' e lui non ha pagato niente a me", ha aggiunto il governatore della Lombardia spiegando: "Rifiuto che si parli di scandalo della sanita' lombarda. Se scandalo c'e' riguarda due aziende private, dove il presidente della Regine non puo' mettere il naso. Nessuno della Regione Lombardia e' indagato, la Regione non ha avuto un euro di danno, il denaro pubblico non e' stato sperperato".

Piu' in generale, sulle indagini che hanno coinvolto alcuni esponenti della Regione, il governatore ha sottolineato: "Le indagini sono a carico di loro comportamenti personali. Nessun atto della Giunta e' sottoposto a indagine". Alla domanda se si sente circondato, Formigoni ha replicato: "Non dalla magistratura, che fa il suo mestiere. C'e' pero' un clima, alimentato da gruppi editoriali e di potere, che mira a spazzare via l'esperienza di governo piu' importante dopo aver abbattuto il governo Berlusconi. Il 'Corriere della sera' non e' stato particolarmente tenero nell'inventarsi risvolti oscuri dietro vicende chiare e trasparenti". Comunque, Formigoni ha ribadito di voler andare avanti: "Ho parlato con Pdl e Lega, in questo momento confermo che il mio desiderio e' completare la legislatura. Si va avanti".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media