Cerca

Trieste: procura su donna suicida in Commissariato, verifica iter e acquisizione video

Cronaca

0

Trieste, 17 apr. - (Adnkronos) - La Procura di Trieste sta indagando per chiarire le circostanze che ieri hanno visto il suicidio di una donna ucraina di 32 anni, Alina Djachuk, nel Commissariato di Polizia di Villa Opicina, una frazione di Trieste. ''Stiamo verificando le procedure seguite e quali iter siano stati seguiti nel caso specifico'', afferma il capo della Procura, Michele Dalla Costa, dato che la donna sabato scorso era stata scarcerata e doveva essere espulsa.

Per far luce sulla morte della donna, che si e' uccisa strangolandosi con il cordino della felpa, pa Procura ha disposto l'acquisizione dei dati della videosorveglianza del Commissariato. ''Cerchiamo di acquisire informazioni, finche' non accertiamo i fatti - spiega Dalla Costa - non possiamo qualificare i fatti dal punto di vista giuridico. Solo in un secondo momento - conclude il procuratore - potremo eventualmente configurare delle responsabilita' penali''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media