Cerca

Lirica: il 'Rinaldo' firmato Pizzi chiude stagione 'Alighieri' di Ravenna (2)

Spettacolo

0

(Adnkronos) - Oggi, a differenza del settecento, il pubblico non ha familiarita' con gli eroi cavallereschi messi in scena da Haendel, per questo, secondo il regista, e' opportuno rappresentare i personaggi come se fossero delle icone, delle statue su piedistalli, in grado di evocare la maestosita' dell'arte barocca, ma con quella sottile ironia che caratterizza un sapiente uso della citazione visiva. Quello che viene dunque messo in scena in questo Rinaldo e' il 'rituale del teatro', il cui motore e' la musica: ''Il libretto dell'opera -spiega Pizzi- e' solo un pretesto, come spesso accadeva nel teatro barocco. Fortunatamente la musica e' un formidabile motore e la successione delle arie non genera monotonia ma anzi spinge l'azione in modo vivo ed energico''.

Il capolavoro handeliano segno' il debutto del compositore a Londra e la prima rappresentazione, al Teatro di Haymarket il 24 febbraio 1711, fu un successo abilmente orchestrato dal drammaturgo e impresario Aaron Hill. Il 'Rinaldo' fu anche la prima opera totalmente in italiano ad andare in scena nella capitale britannica. Il giovane Haendel la compose in soli quindici giorni, riadattando in parte partiture scritte durante gli anni trascorsi in Italia e che lo avevano reso famoso.

Accanto a Dantone e alla Bizantina, figurano nel cast vocale alcuni fra i massimi interpreti di questo repertorio: Maria Grazia Schiavo nei panni di Almirena, Riccardo Novaro in quelli quelli di Argante, Roberta Invernizzi interpreta il ruolo di Armida e Marina De Liso quello di Rinaldo. Goffredo sara' impersonato da Krystian Adam, il Mago Crostiano da Vincenzo Serra. Infine William Corro' sara' l'Araldo mentre Lavinia Bini dara' voce alle Sirene e alla Donna al seguito della maga Armida. Le complesse coreografie dei carri sono coordinate da Roberto Maria Pizzuto, le luci sono di Vincenzo Raponi.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media