Cerca

Mafia: sindaco Misilmeri, Amministrazione estranea, pronti a dimissioni

Cronaca

0

Palermo, 17 apr. - (Adnkronos) - ''Sia io quale primo cittadino che tutti gli assessori siamo a disposizione degli organi inquirenti e della magistratura affinche' si renda giustizia alla nostra Citta'. Chiedero' verifiche ed approfondimenti agli organi competenti per far luce sulle attivita' del comune. Rifiuto la mafia e il puzzo della compromissione per mezzo della quale Cosa nostra cerca di mettere le grinfie su un'Amministrazione pulita e trasparente come quella che dirigo. Con tutti i componenti della Giunta comunale esprimiamo il netto distacco nei confronti della criminalita' mafiosa e confermiamo l'estraneita' dell'Amministrazione comunale ai fatti contestati al presidente ed al vice presidente del Consiglio comunale". Lo afferma Piero D'Ai', sindaco di Misilmeri in merito alla indagine della Dda di Palermo.

''Quanto alle vicende sugli affidamenti per la raccolta dei rifiuti ad una ditta coinvolta nell'indagine, preciso - prosegue il sindaco D'Ai' - che da quando si e' insediata la mia Amministrazione non sono stati affidati lavori alla ditta di tale Falletta, che risulta dall'indagine quale prestanome del boss Lo Gerfo. Nessun appalto - continua Piero D'Ai' - e' andato a questa ditta con la mia Amministrazione ne' in maniera diretta, ne' con la procedura di urgenza-emergenza, ne' tantomeno con gli incanti celebrati dal Comune. Valuto - conclude - anche la possibilita' delle mie dimissioni purche' siano utili alla comunita', nel rispetto della legalita' e nella preservazione del valore della sovranita' popolare".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media