Cerca

Libri: 'Scacco allo Zar', Sangiuliano racconta Lenin segreto a Capri

Cultura

0

Roma, 17 apr. (Adnkronos) - Un viaggio nella storia, svelando intrighi e complotti che hanno determinato la fondazione dello Stato Sovietico. E' stato presentato questa sera a Roma, nella sede del Goethe Institut, il nuovo libro del vicedirettore del Tg1, Gennaro Sangiuliano, 'Scacco allo zar 1908-1910: Lenin a Capri, genesi della Rivoluzione' (Mondadori), che ricostruisce i due soggiorni capresi di Lenin attingendo a fonti documentali inedite. La partita a scacchi che si gioca sull'isola tra la colonia di intellettuali russi guidata dallo scrittore Maksim Gor'kij, e' decisiva per le sorti del comunismo: a Capri, infatti, Lenin incontra Alexandr Bogadanov, che minaccia la sua leadership nel partito e ha i primi contatti con l'aristocrazia militare tedesca e con i Krupp, la famiglia di industriali dell'accaio e delle armi.

Alla presentazione del volume, oltre all'autore, hanno partecipato Federico Mollicone, Gaetano Quagliariello e Gianni Alemanno. Ha moderato i lavori, davanti a un folto pubblico, il giornalista del Tg1, Francesco Giorgino. La tesi di fondo di queste pagine che scorrono d'un fiato, e' nelle parole di Sangiuliano: ''La storia della rivoluzione d'ottobre non nasce in una famosa officina ma nella bellezza dell'isola di Capri, grazie a un'elite aristiocratica''.

Infatti, ''l'elite marxista dell'epoca si inseri' nella rivoluzione industriale e seppe volgere a suo favore la storia''. Quelle che la storiografia di regime definira' 'semplici vacanze' capresi di Lenin furono in realta' un vero e proprio laboratorio politico, come mostrano le pagine di Sangiuliano che mettono insieme i fatti come in un racconto cinematografico. ''Con taglio giornalistico -precisa l'autore- ho preso un particolare del quadro per cogliere il senso dell'intera opera: cosi' attraverso questa esperienza caprese di Lenin, ho riletto la storia del Novecento, perche' nell'isola avvengono fatti importanti , propedeutici alla rivoluzione d'ottobre''. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media