Cerca

Sicilia: presidente Ars, in Finanziaria taglio costi e misure per crescita

Economia

Palermo, 18 apr. - (Adnkronos) - ''Sono convinto che quella approvata questa mattina...
0
Palermo, 18 apr. - (Adnkronos) - ''Sono convinto che quella approvata questa mattina...

Palermo, 18 apr. - (Adnkronos) - ''Sono convinto che quella approvata questa mattina dall'Assemblea regionale siciliana, dopo una lunga discussione proseguita fino all'alba, sia una buona Finanziaria, che prosegue nella direzione del ridimensionamento della spesa e dei costi, ma che, allo stesso tempo, contiene alcuni provvedimenti indispensabili per la crescita e lo sviluppo''. Lo ha detto il presidente dell'Ars, Francesco Cascio, commentando l'approvazione del Bilancio e della Finanziaria regionali, avvenuta stamani all'alba dopo una lunga maratona notturna.

''Il testo - continua Cascio - tiene conto del rigore che ci e' imposto dalla particolare congiuntura economica di questi anni: numerosi e consistenti sono, infatti, i tagli previsti alla spesa corrente e ai costi dell'amministrazione. Ma non abbiamo dimenticato comunque di proporre e avviare indispensabili provvedimenti per lo sviluppo e la crescita della nostra economia: misure importanti sono state previste, per esempio, nei settori dell'agricoltura e delle energie alternative". Per Cascio si tratta di "punti fondamentali per l'economia siciliana che sono stati affrontati anche nel corso dei recenti incontri con i rappresentanti del Movimento dei Forconi, come ad esempio per la previsione di una legge anti-frode, che garantira' un maggiore controllo sulla provenienza dei prodotti agricoli, a tutela dei nostri produttori''.

Apprezzamento del presidente dell'Ars anche per la norma che prevede il passaggio dei dipendenti della Fiera del Mediterraneo alla Resais: ''In questo modo - ha concluso Cascio - si rendono nuovamente produttive queste unita' di personale e si rispetta il loro desiderio di tornare a lavorare''.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media