Cerca

Crisi: Angelilli, istituzioni ascoltino voce imprese e lavoratori

Economia

Roma, 18 apr. - (Adnkronos) - "Esprimo il mio pieno sostegno all'iniziativa 'Silenziosamente', in...
0
Roma, 18 apr. - (Adnkronos) - "Esprimo il mio pieno sostegno all'iniziativa 'Silenziosamente', in...

Roma, 18 apr. - (Adnkronos) - "Esprimo il mio pieno sostegno all'iniziativa 'Silenziosamente', in programma questa sera a Roma, promossa dalle associazioni degli imprenditori e dalle organizzazioni sindacali di Roma e del Lazio". Lo dichiara il Vicepresidente del Parlamento europeo Roberta Angelilli.

"La mia adesione - spiega - potra' essere solo simbolica in quanto sono a Strasburgo per la sessione Plenaria dell'Europarlamento, ma sento il dovere morale e istituzionale di manifestare la mia vicinanza agli imprenditori e lavoratori che pagano le gravi conseguenze della crisi economica, in alcuni casi al punto di sentirsi privati della propria dignita' e arrivare al gesto estremo di togliersi la vita. La ricetta per uscire dalla crisi non puo' essere fatta solo di tagli e austerita'. Le Istituzioni hanno l'obbligo di ascoltare le legittime istanze che arrivano dal tessuto produttivo del Paese ridando impulso all'economia, rilanciando la crescita, lo sviluppo e l'occupazione".

"E' necessario che si torni a parlare di economia reale mettendo in atto misure concrete che possano ridare ossigeno alle piccole e medie imprese, a partire dal Governo italiano che deve accelerare il recepimento della direttiva europea relativa alla lotta contro i ritardi di pagamenti nelle transazioni commerciali. Inoltre, con un'interrogazione bipartisan alla Commissione europea ed una serie di emendamenti, abbiamo chiesto la possibilita' di introdurre nelle proposte di implementazione degli accordi di Basilea III il cosiddetto 'Pmi Supporting Factor', per evitare il rischio di credit crunch e garantire l'accessibilita' al credito alle piccole e medie imprese", conclude Angelilli.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media