Cerca

Roma: Barbera (Prc-Fds), pronti a trasformare piazza Campidoglio in piazza Lenin

Cronaca

Roma, 18 apr. (Adnkronos) - "Apprendiamo con vivo stupore che alcuni consiglieri capitolini...
0
Roma, 18 apr. (Adnkronos) - "Apprendiamo con vivo stupore che alcuni consiglieri capitolini...

Roma, 18 apr. (Adnkronos) - "Apprendiamo con vivo stupore che alcuni consiglieri capitolini avrebbero deciso di proporre la cancellazione di 'Via Lenin' dalla toponomastica della Capitale. Tale provocazione sarebbe stata accolta favorevolmente dallo stesso sindaco Alemanno come una opportunita' per rivedere l'intera toponomastica della citta' di Roma, rinviando al dibattito politico la definizione dei criteri su cui basare una nuova toponomastica 'condivisa'. Se dopo le disastrose figuracce fatte in questi ultimi quattro anni, l'amministrazione di centrodestra, guidata dal sindaco Alemanno, intende 'imbarcarsi' in questa impresa, finalizzata a rivedere su base ideologica la toponomastica della citta', sappia che trovera' 'pane per i suoi denti': siamo pronti a trasformare Piazza del Campidoglio in Piazza Lenin, con tanto di drappo rosso sulla statua di Marco Aurelio''. E' quanto dichiara Giovanni Barbera, membro del comitato politico romano del PRC-Federazione della Sinistra e presidente del Consiglio del Municipio Roma XVII.

''Scherzi a parte, comprendiamo le frustrazione di questa 'sgangherata' maggioranza di centrodestra che, avendo finora accumulato solo fallimenti, cerca almeno di serrare le fila del suo elettorato piu' tradizionale, facendo leva sulle loro pulsioni identitarie. D'altronde, le elezioni si avvicinano e non ci si puo' presentare ai propri elettori con le 'mani vuote'. Visto che i risultati latitano e che, con il prossimo bilancio, saranno altre 'lacrime e sangue' per i romani, alcuni consiglieri di centrodestra devono aver pensato che sarebbe stato piu' facile parlare alla 'pancia' dei propri militanti che non affrontare e tentare di risolvere, con serieta' e competenza, i gravi problemi della citta' di Roma. Non c'e' altra spiegazione all'ennesima vergognosa boutade revisionista di questa pessima amministrazione che vorrebbe addirittura fare, senza averne la statura morale, le 'pulci' alla Storia'', conclude.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media