Cerca

Bari: presunta truffa a Provincia e a banche, imprenditore resta ai domiciliari

Cronaca

Bari, 18 apr. (Adnkronos) - L'imprenditore barese Alviero Antro resta agli arresti domiciliari. Lo...
0
Bari, 18 apr. (Adnkronos) - L'imprenditore barese Alviero Antro resta agli arresti domiciliari. Lo...

Bari, 18 apr. (Adnkronos) - L'imprenditore barese Alviero Antro resta agli arresti domiciliari. Lo hanno deciso i giudici del Tribunale del Riesame del capoluogo pugliese che hanno depositato, stamattina, la decisione sulla richiesta di scarcerazione presentata dai suoi avvocati. Antro, 45 anni, venne arrestato due settimane fa insieme al fratello Erasmo con le accuse di truffa aggravata e continuata ai danni della Provincia di Bari e di sei banche e falso materiale e ideologico.

Martedi' mattina c'e' stata l'udienza. Oggi la decisione dei giudici del Riesame che hanno confermato gli arresti domiciliari, mentre hanno dissequestrato due delle sei societa' che la Procura aveva fatto sequestrare dopo l'arresto. Alviero Antro, rappresentato dagli avvocati Domenico Di Terlizzi e Pasquale Misciagna, e' stato gia' sottoposto all'interrogatorio di garanzia ma il gip decise in quella occasione di confermare gli arresti domiciliari.

L'imprenditore spiego' al giudice di non aver mai curato i rapporti con le banche e gli aspetti finanziari legati alle fatturazioni. Compiti di cui, invece, si sarebbe occupato principalmente suo fratello Erasmo. Alviero Antro sostenne di non sapere nulla di eventuali fatture taroccate o di lavori non svolti. Disse pero' che il consorzio Si.Gi della sua famiglia avrebbe chiesto alle banche l'anticipo dei pagamenti di alcune fatture, anche quando i lavori ottenuti dalla Provincia non erano ancora stati eseguiti.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media