Cerca

Imprese: Unioncamere, a Palermo saldo negativo in primo trimestre -0,15%

Economia

Palermo, 18 apr. - (Adnkronos) - Meno iscrizioni e piu' cessazioni: e' cosi' che, nel primo...
0
Palermo, 18 apr. - (Adnkronos) - Meno iscrizioni e piu' cessazioni: e' cosi' che, nel primo...

Palermo, 18 apr. - (Adnkronos) - Meno iscrizioni e piu' cessazioni: e' cosi' che, nel primo trimestre del 2012, si e' allargata la forbice della vitalita' delle imprese tra chi sceglie di entrare sul mercato creando una nuova attivita' e chi, al contrario, ne e' uscito. A Palermo in particolare, le iscrizioni sono diminuite con il risultato di un saldo del periodo pari a -149 imprese, pari allo stesso periodo del 2011. In termini relativi, la riduzione dello stock delle imprese nel primo trimestre e' stata pari al -0,15%, contro il -0,39% registrato in Sicilia (sempre in questo primo trimestre 2012) e un -0,43% sull'intero territorio nazionale.

Questo, in sintesi, il quadro che emerge dai dati sulla nati-mortalita' delle imprese italiane nel primo trimestre dell'anno, fotografati da Movimprese e resi noti oggi da Unioncamere, il sistema delle Camere di Commercio Italiane. ''Oggi, la brusca frenata della vitalita' imprenditoriale, che gia' abbiamo avuto modo di evidenziare nel corso della presentazione dell'Osservatorio economico lo scorso 5 marzo - dice Roberto Helg, presidente della Camera di Commercio di Palermo - e' l'evidente risultato della fase di recessione avviatasi nella seconda meta' dello scorso anno e dell'accresciuta e diffusa difficolta' ad entrare nel mercato''.

''C'e' bisogno di politiche di sostegno dell'impresa piu' piccola - aggiunge il presidente di Unioncamere nazionale, Ferruccio Dardanello -, quella diffusa da cui dipende il destino di milioni di famiglie e di giovani. Oltre a credito e semplificazione servono azioni straordinarie sul fronte occupazionale e fiscale''. (segue)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media