Cerca

Amministrative: Bruno (Pd), scelta Regione Sardegna su 10 e 11 giugno e' vergognosa

Politica

Cagliari, 18 apr. - (Adnkronos) - ''E' una vergogna: in quale altro modo possiamo definire la...
0
Cagliari, 18 apr. - (Adnkronos) - ''E' una vergogna: in quale altro modo possiamo definire la...

Cagliari, 18 apr. - (Adnkronos) - ''E' una vergogna: in quale altro modo possiamo definire la decisione della giunta regionale che, richiamandosi a ragioni aleatorie, decide di modificare il decreto e spostare a meta' giugno le consultazioni elettorali? La legge regionale che modifica la composizione dei consigli comunali e' infatti datata 22 febbraio 2012: e' incredibile che in due mesi non sia stato possibile adeguare il software''. Lo afferma l'ex capogruppo del Pd in Consiglio regionale della Sardegna, Mario Bruno, in merito alla decisione della giunta regionale di fissare la data delle amministrative per il rinnovo di 65 consigli comunali sardi, per il 10 e 11 giugno prossimi.

''Paghiamo una impressionante serie di pressapochismi - afferma Bruno -, iniziati con la scelta sbagliata di spostare le elezioni amministrative, gia' previste in tutta Italia per il 6 maggio, e di non accorpare i referendum''.

''In nome della specialita', ancora una volta mal interpretata - prosegue - la Giunta ha fatto un pasticcio dietro l'altro e si e' infine resa conto di non essere all'altezza di organizzare neppure le elezioni in 65 comuni sardi: dovrebbero andare a casa'', conclude Bruno.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media