Cerca

Design: inaugurata al Castello Sforzesco la mostra 'ultrabody'

Moda

Milano, 18 apr. (Adnkronos) - E' stata presentata oggi al Castello Sforzesco la mostra 'Ultrabody...
0
Milano, 18 apr. (Adnkronos) - E' stata presentata oggi al Castello Sforzesco la mostra 'Ultrabody...

Milano, 18 apr. (Adnkronos) - E' stata presentata oggi al Castello Sforzesco la mostra 'Ultrabody - 208 opere tra arte e design', promossa dal Comune di Milano - Cultura, Moda e Design, curata da Beppe Finessi e organizzata da Civita insieme a Peugeot. Due gli aspetti della mostra sottolineati dall'assessore comunale alla Cultura, Stefano Boeri. "Da un lato l'opportunita' di riportare il Castello al centro del panorama del design e delle arti visive; dall'altro la complementarieta' delle attivita' culturali milanesi: le Sale Viscontee sono infatti connesse alla Fiera che ospita il Salone del Mobile; all'Universita' Statale, in questi giorni teatro di grandi scenografie urbane; alla Triennale, con l'allestimento del nuovo museo dedicato al Design; alla Fabbrica del Vapore, che espone durante questa settimana, a cura di Alessandro Mendini, il lavoro degli autoproduttori del design".

La mostra, in programma nelle Sale Viscontee fino al 17 giugno, presenta una selezione di lavori realizzati dai piu' significativi protagonisti della scena internazionale del design e delle arti visive che, a partire dall'idea del ''corpo'', coinvolgono l'antropologia, la sociologia, il costume, la societa', la tecnologia e l'estetica del nostro tempo, spaziando tra l'arte e il design, ma anche tra architettura, arredamento e arti applicate, moda e gioielli.

Il percorso espositivo, con un allestimento firmato da Peter Bottazzi, e' organizzato in tre grandi gruppi tematici corrispondenti ai tre ambienti delle Sale Viscontee del Castello Sforzesco: Alludere al Corpo, Assecondare il Corpo, Superare il Corpo, e comprende opere storiche come la poltrona Joe di De Pas, D'Urbino e Lomazzi per Poltronova, la serie di cavatappi di Alessandro Mendini per Alessi e la serie di oggetti Nobody's Perfect di Gaetano Pesce, ma anche le tante prove d'autore di grandi protagonisti come Vito Acconci e Gerd Rothmann, le proposte enigmatiche di Iris Eichenberg e ancora le Forchette parlanti di Bruno Munari.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media