Cerca

Romanina

Fotomodelli contro la crisi

Basta acquistare qualcosa all'outlet per diventare il protagonista di un vero set cinematografico, ma soprattutto per ricevere uno sconto

Fotomodelli contro la crisi

Un book fotografico e l’emozione di diventare “Modello Per Un Giorno”. E’ l’evento organizzato dal "Voice Fashion Outlet", l’outlet più grande di Roma con oltre 2000 metri quadrati aperto da settembre in via Alessandro Stoppato 103/107, alla Romanina. La grande città griffata ha infatti organizzato per domenica 18 novembre la campagna “Modello Per Un Giorno”, un concorso in barba alla crisi a cui potranno partecipare tutti i visitatori dell’outlet, dai più grandi ai più piccini. E per l’occasione il regno delle grandi firme si trasformerà in un set fotografico, con flash, luci e macchine da presa. Al concorso, che inizierà alle 13 e terminerà alle 20, potranno iscriversi tutti coloro i quali domenica avranno acquistato un qualsiasi capo nell’open space delle firme, dove sono esposti abiti e accessori delle firme più prestigiose. Oltre a uno sconto sul prodotto, i visitatori, con scontrino alla mano, potranno recarsi nel set fotografico, indossare l’abito appena acquistato e diventare il fotomodello del fotografo. Gli scatti verranno pubblicati per una settimana sulla pagina Facebook del Voice Fashion Outlet, che conta oltre 5mila iscritti. L’uomo, la donna o il bambino la cui foto sarà la più votata, cioè quella che riceverà più “mi piace” dagli utenti del famoso network, diventerà il “modello per un giorno” e verrà premiato domenica 25 novembre con un buono acquisto di 1.000 euro. Un’iniziativa, quella organizzata dall’outlet del lusso, che sfida la crisi offrendo il premio da spendere nel negozio e che, con gli sconti al momento dell’acquisto, mira a rendere le grandi firme alla portata di tutti, in un periodo in cui le famiglie sono sempre più in difficoltà e meno propense a mettere mano al portafogli. «In un momento di grave crisi abbiamo optato per un investimento anticiclico, decidendo di impiegare grandi capitali economici e umani a Roma in un settore che riteniamo essere vincente, quello dei marchi di abbigliamento griffato», commenta l'ingegner Simone Beccarini, responsabile del centro. «Il nostro obiettivo è rendere i grandi marchi alla portata di tutte le tasche e cercare di arginare il fenomeno della contraffazione, ormai sempre più dilagante. Per questo motivo», continua Beccarini, «abbiamo scelto una “platea” e una “giuria” come quella di Facebook, ormai punto d’incontro e riferimento per la maggior parte della popolazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog