Cerca

Scelte discutibili

Ignazio Marino dà buca alla commemorazione del soldato per incontrare Geronimo Stilton

Ignazio Marino dà buca alla commemorazione del soldato per incontrare Geronimo Stilton

La commemorazione dei soldati italiani morti in battaglia è meno importante dell'incontro con Geronimo Stilton, il protagonista di libri per bambini. O almeno così pare a giudicare l'agenda del sindaco di Roma Ignazio Marino, che lunedì 10 marzo ha dato buca alla commemorazione del parà della Folgore David Tobini, morto in Afghanistan nel 2011. Pluripremiato per i suoi atti di coraggio in battaglia, il giovane militare 28enne è stato commemorato ieri al Campidoglio in una cerimonia ufficiale, alla quale era stato invitato anche il primo cittadino, che ha però rifiutato per "improrogabili impegni", ma si è poi fatto vedere dalla madre di Tobini, Anna Rita Lo Mastro, appena fuori dal palazzo.

Cosa c'entra in tutto ciò Geronimo Stilton? - Per risollevare la sua immagine dopo tutti i drammi avvenuti a Roma nelle ultime settimane, il sindaco della Capitale è impegnato in una propaganda in perfetto stile renziano e proprio nella giornata di ieri si è recato in una scuola della Magliana, dove ad aspettarlo c'era un uomo travestito dal celebre topo protagonista delle storie dei bambini. Come scrive Aldo Cazzullo in un bell'articolo sul Corriere della Sera, intanto "Roma è un disastro. Alluvioni, buche, traffico, incidenti mortali, dissesto finanziario". Ma tra problemi della sua città e commemorazioni di eroi, il sidaco ha fatto la sua scelta: è più importante andare a salutare Geronimo Stilton.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mostardo

    12 Marzo 2014 - 09:09

    E' solo un cialtrone, capace di "appesantire" note spese. La signora Anna Rita Lo Mastro sappia che non è sola nel ricordo orgoglioso di Suo figlio, anche se, in questi tempi di decadenza, troppo pochi, o comunque troppo silenziosi, sentono i valori per i quali è caduto Davjd Tobini,

    Report

    Rispondi

  • marioangelopace

    11 Marzo 2014 - 20:08

    chi nesce tondo, non può morire quadrato (antico proverbio, tradotto dal napoletano)

    Report

    Rispondi

  • Giumaz

    11 Marzo 2014 - 19:07

    "Gli uomini si dividono in cinque categirie; gli uomini, i mezz’uomini, gli ominicchi, i (con rispetto parlando) pigliainculo e i quaquaraquà…" da Il giorno della civetta di L. Sciascia. Marino fa parte dell'ultima categoria.

    Report

    Rispondi

blog