Cerca

Il cartello choc a Roma

Razzismo: "Se sei uno zingaro non puoi entrare"

Razzismo: "Se sei uno zingaro non puoi entrare"

"È severamente vietato l'ingresso agli zingari". E' questo il cartello che da qualche giorno era affisso sulla porta d'ingresso di una panetteria nel quartiere Tuscolano di Roma. Subito sono scattate le lamentele da parte dei clienti del negozio.

Le proteste contro il cartello razzista - A segnalare il cartello razzista è stata l'Associazione 21 luglio, paragonando tutta la faccenda alla "discriminazione degli ebrei nella Germania nazista e a quella dei neri in Sudafrica, durante l'Apartheid", ha dichiarato l'organizzazione no profit. Dopo le numerose polemiche sollevate dagli attivisti, il proprietario della panetteria ha deciso di togliere il cartello incriminato.

Gli attivisti: "Napolitano intervenga contro il Razzismo" - Ma non si è fermata qui la protesta dell'Associazione 21 luglio. I vertici dell'organizzazione hanno inviato una lettera di indignazione al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in concomitanza alla giornata mondiale contro il Razzismo che verrà celebrata il 21 marzo. "Voglia esprimere la nostra profonda preoccupazione per il lviello di conflittualità e ostilità che si registra nei confronti delle comunità rom e sinte e per l'emergenza democratica e civile che attraversa il nostro Paese".

di Valentina Princic

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    21 Marzo 2014 - 11:11

    In casa mia faccio entrare chi voglio e gli zingari non mi piacciono. Laddove talune minoranze, non certamente per appartenenza religiosa, o colore della pelle, ma per comportamenti, abitudini, cultura ed igiene, fossero non gradite, non vedrei alcuna ragione ostativa nell'impedirne l'ingresso, in casa, negozio, o qualsiasi altro luogo pubblico. Spetterebbe a loro integrarsi, non a noi.

    Report

    Rispondi

  • sansonedonato

    21 Marzo 2014 - 11:11

    Tutto il mio appoggio a questo commerciante! zingari fuori dall'italia

    Report

    Rispondi

  • patrenius

    21 Marzo 2014 - 06:06

    razzismo o legittima difesa? Non è un sereto che Roma è piena di bande di borseggiatori molto spesso di un'etnia ben precisa. Ma essere politically correct in Italia va sempre bene...

    Report

    Rispondi

  • sparviero

    20 Marzo 2014 - 22:10

    Ladri a prescindere. Più lontani sono meglio è. Perchè negare l'evidenza?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog