Cerca

Caccia in volo

Allarme bomba sul volo libanese. Atterraggio d'emergenza a Fiumicino

Allarme bomba sul volo libanese. Atterraggio d'emergenza a Fiumicino

Allarme bomba su un volo della compagnia aerea Mea, diretto da Ginevra a Beirut, costretto a un atterraggio di emergenza a Fiumicino. L’aereo è stato scortato da due caccia militari, che si sono levati in volo, dopo aver ricevuto la segnalazione di un bagaglio sospetto a bordo. Dopo l’atterraggio nello scalo romano i passeggeri sono stati fatti scendere. Gli artificieri non avrebbero trovato nulla di sospetto. I due caccia hanno rotto il muro del suono e nella zona tra Tivoli, Guidonia e Castel Madama si è udito un fortissimo boato. Dopo l’atterraggio l’aereo è stato circondato dalle forze dell’ordine. Secondo quanto riferiscono testimoni presenti sul posto, nell’area in cui si trova l’aereo - la piazzola 846 - ci sarebbero anche diversi cecchini. Al momento gli artificieri non avrebbero trovato nulla di sospetto a bordo. Diversi voli in partenza stanno subendo qualche ritardo.

I due caccia - I due caccia Eurofighter dell’Aeronautica Militare sono decollati poco dopo le 13.30 dalla base aerea di Grosseto, in pochi minuti hanno raggiunto il velivolo civile scortandolo -come previsto dalle procedure di sicurezza nazionale- sull’aeroporto di Fiumicino, dove sono tuttora in corso le verifiche del caso. L’ordine di decollo è partito dal Nato Combined Air Operation Center di Torrejon, in Spagna, ed è stato poi gestito dal Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (Ferrara) in coordinamento con i centri di controllo radar interessati sul territorio nazionale. L’Aeronautica Militare assicura, 24 ore su 24, 365 giorni all’anno, la sorveglianza e la difesa dello spazio aereo nazionale attraverso una struttura di sorveglianza radar e caccia intercettori pronti a decollare in pochissimi minuti dalle basi aeree di Grosseto (4° Stormo), Gioia del Colle (36° Stormo) e Trapani (37° Stormo).

Allarme rientrato -  Cessato allarme a Fiumicino, dove gli artificieri hanno ispezionato, senza trovare nulla di pericoloso, un Airbus A320 della Middle East Airlines. Dopo l’atterraggio a Fiumicino, lo sbarco dei passeggeri e il loro reimbarco a ispezioni concluse, alle 17,28 il volo ME214 è ripartito alla volta di Beirut.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cell43

    15 Settembre 2014 - 09:09

    2caccia si sono alzati in volo per scortare l'aereo,scortare cosa se l'aereo esplodeva i caccia cosa facevano passavano i paracadute? Sperpero di danaro pubblico.

    Report

    Rispondi

blog