Cerca

La storia

Roma, Comune a giudizio: troppo pochi 8.000 euro per affittare il Circo Massimo ai Rolling Stones

Roma, Comune a giudizio: troppo pochi 8.000 euro per affittare il Circo Massimo ai Rolling Stones

La Procura della Corte dei Conti ha citato in giudizio Vicenzo Vastola, vice capo di Gabinetto del Comune di Roma guidato dal sindaco Ignazio Marino. L'annosa vicenda riguarda il concerto dei Rolling Stones: per suonare al Circo Massimo, Keith Richards e compagni avrebbero dovuto sborsare 195.231 euro al posto dei "soli" 8.000 sborsati lo scorso giugno. Un prezzo che ora rischia di pagare lo stesso Vastola: l'ipotesi infatti è quella del danno erariale, per occupare un'area di circa 73mila metri quadrati, sottoposta peraltro a vincolo archeologici agli Stones era stata chiesta un cifra infinitamente inferiore (i suddetti 8mila euro).

I conti non tornano - "Il prezzo per l’affitto del Circo Massimo, infatti, è stato calcolato come se fosse una semplice occupazione di suolo pubblico. In realtà si sarebbe trattato di uso temporaneo del bene culturale. Il codice dei beni culturali, approvato il 22 gennaio 2004, prevede che, in questi casi, il canone della concessione del bene sia pari al 3% degli introiti che fruttano al privato" scrive Il Tempo. A fare un piccolo calcolo, sul'affaire Circo Massimo, come spiega il quotidiano diretto da Gian Marco Chiocci: "Considerato che i Rolling Stones hanno incassato più di 6 milioni di euro, solo dalla vendita dei biglietti, l'amministrazione comunale (nella persona del vice capo di gabinetto) avrebbe dovuto pretendere il pagamento di circa 200 mila euro Invece ne ha chiesti meno di 8 mila (...) basti pensare che a Parigi, dieci giorni prima della data romana, la band di Mick Jagger aveva sborsato 900 mila euro per prendere in affitto lo Stade de France".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni modena

    20 Dicembre 2014 - 11:11

    se non sono imbecilli marino non li prende haha i R.S saranno stati contenti del prezzo di favore se non c'e' stato un sottobanco ,che vista la parrocchia di provenienza sarebbe la cosa piu' ovvia da pensare

    Report

    Rispondi

  • sgnacalapata

    20 Dicembre 2014 - 10:10

    Inadeguato ed incompetente. E non è neanche romano!

    Report

    Rispondi

  • alvit

    20 Dicembre 2014 - 08:08

    vorrà dire che tireranno fuori i soldi rubati ai cittadini da buzzibassottocapo e dati al comune. Gira e rigira, torneranno nelle casse del comune e non nelle tasche dei komunisti capocce di stato e a finanziare il pirlotto.

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    20 Dicembre 2014 - 07:07

    Eh, ma Kung Fu Panda Marino è un progressista...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog