Cerca

Orrore capitale

Roma, tassista minacciata con un coltello e stuprata: costretta a praticare un rapporto orale

Roma, tassista minacciata con un coltello e stuprata: costretta a praticare un rapporto orale

Una tassista di 43 anni è stata picchiata, rapinata e violentata nella mattinata di venerdì 8 maggio a Roma. Il fatto è avvenuto poco prima delle 7: a compiere la violenza un cliente che aveva preso il taxi in via Aurelio. L'uomo si è fatto portare in viale Pescina Gagliarda, su una strada sterrata e isolata, e lì ha stuprato la donna. Sulla vicenda indaga la squadra mobile di Roma. La tassista ha spiegato che l'aggressore era un trentenne romano, che l'ha costretta ad andare in una zona isolata nei pressi di Ponte Galeria dopo averla minacciata con un coltello. Dopo averla picchiata, presa a pugni e rapinata, l'uomo ha costretto la tassista a praticargli un rapporto orale. Quindi l'uomo sarebbe scappato a piedi in aperta campagna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Yossi

    09 Maggio 2015 - 00:12

    Di bene in meglio, mentre il sindaco dorme tranquillo

    Report

    Rispondi

  • mina2612

    08 Maggio 2015 - 21:09

    Che schifo! Ma dal momento che è stata costretta avrebbe potuto strappargli le palle con i denti!

    Report

    Rispondi

blog