Cerca

Mafia capitale

Roma, Matteo Renzi scarica Ignazio Marino: "Fossi in lui non sarei tranquillo, forse tra un anno si vota"

Matteo Renzi e Ignazio Marino

Oggi, martedì 17 giugno, fino alla 21 il gruppo Pd alla Camera sta votando per la successione a Roberto Speranza, ma è anche il giorno dell’intervista a La Stampa in cui Matteo Renzi ha lanciato un accenno al quadro politico, agitato dall’esito del turno amministrativo e dal tifone giudiziario che scuote il Campidoglio. “È il momento più difficile e più affascinante dell’intera legislatura – ha ammesso il premier – ma questa legislatura finirà nel 2018”. Ma c’è un passaggio in quell’intervista che riaccende le polveri. Quando dice “adesso basta, si cambia” Renzi ricorda che “tra un anno si vota nelle grandi città: Torino, Milano, Bologna, Napoli, forse Roma”. Un accenno a una possibilità tecnica che arriva però dal presidente del Consiglio. E dal segretario del partito cui appartiene il sindaco di Roma: “Se torna Renzi 1, fossi in Marino non starei tranquillo”, gli manda a dire il premier.

Doppio fronte – Dall’altro lato però il sindaco di Roma ha incassato la fiducia di Matteo Orfini, presidente dell’Assemblea nazionale Pd e commissario del partito a Roma, che ha confermato a Marino un appoggio “forte e deciso”. Anche se non ha blinda la giunta, dovrà essere il prefetto Gabrielli a decidere le sorti del primo cittadino: “Tecnicamente nessuno può dire ‘no, non accadrà mai’ perché è il prefetto a chiedere lo scioglimento all’esecutivo. Quindi, anche per una questione di galateo istituzionale, nessuno può dire oggi che il Comune di Roma non sarà commissariato. Noi staremo tranquilli a Roma solo quando tutti i problemi della capitale saranno risolti”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • umberto2312

    17 Giugno 2015 - 07:07

    Allegria ragazzi,tornerà a fare il medico!

    Report

    Rispondi

  • opinione-critica

    16 Giugno 2015 - 18:06

    Oibò, Renzi vuole fare una cosa giusta?

    Report

    Rispondi

blog