Cerca

Terrore

Ignazio Marino, l'ultima minaccia di morte al sindaco: gli spediscono la carcassa di un piccione e un proiettile

Ignazio Marino, l'ultima minaccia di morte al sindaco: gli spediscono la carcassa di un piccione e un proiettile

Di nuovo minacce di morte per Ignazio Marino, il sindaco di Roma. Dopo il ritrovamento, nei giorni scorsi, di una lettera indirizzata a casa contenente un proiettile accompagnato da pesanti minacce rivolte al primo cittadino e alla sua famiglia, un nuovo episodio inquietante. Ieri, giovedì 2 luglio, sempre sotto l'abitazione di Marino è stato rinvenuto un piccione morto, ucciso col colpo di un proiettile sparato in testa, e il bossolotto era accanto alla carcassa della bestia. Un messaggio che secondo le forze dell'ordine - e secondo lo stesso sindaco - non sarebbe affatto casuale. Nei giorni scorsi il primo cittadino aveva deciso di accettare la scorta disposta dalla Prefettura.

La risposta - Il sindaco a margine della presentazione delle attività culturali di Roma alla Centrale Montemartini ha dichiarato: "Ho parlato di questo con il prefetto e neanche lui aveva ulteriori informazioni se non il fatto che se ne sta occupando la Procura di Roma. C'è la supposizione che sia un segnale, certamente non è una lettera d'amore, questo si capisce, ma il prefetto mi ha assicurato che se in giornata avranno ulteriori notizie me le farà sapere". Marino però non si è lasciato intimorire, e infine ha concluso:"È evidente che la nostra azione amministrativa sta disturbando personaggi o organizzazioni che in questa città pensavano di poter gestire il bene pubblico per interessi criminali. Questa è una spinta in più per andare avanti e fare di questo orgogliosamente la battaglia della mia vita".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lorenvet

    03 Luglio 2015 - 19:07

    Poveraccio, prima era penoso, da oggi è patetico. Speriamo comunque che nessuno gli voglia davvero così male.

    Report

    Rispondi

  • filen

    filen

    03 Luglio 2015 - 18:06

    Ma neanche se ci mettono un morto vero quello non molla la sedia d orata

    Report

    Rispondi

  • gigi il negher

    03 Luglio 2015 - 17:05

    pestifero - Dalla sua spiegazione sembra che stia parlando di Berlusconi .... ma qui che c'entra?

    Report

    Rispondi

  • Lucas1963

    03 Luglio 2015 - 17:05

    A Roma muoiono spontaneamente decine e decine di piccioni e colombe, magari una è caduta proprio lì, tutto quà. A me non dà l'impressione d'essere uno che dìa fastidio perché stà facendo chissà che cosa a chissà chi, semplicemente cerca di tenere il sedere attaccato alla poltrona fin che può, come dire, gratto gratto e magno fin che posso, poi si vedrà. Vive alla giornata, come tutti i ns politici

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog