Cerca

Il dossier

Mafia Capitale, la relazione di Gabrielli e Pignatone: niente scioglimento del Comune, commissariamento per i dirigenti

Mafia Capitale, la relazione di Gabrielli e Pignatone: niente scioglimento del Comune, commissariamento per i dirigenti

Il Comune di Roma non sarà sciolto per mafia, ma i dirigenti pubblici della Capitale verranno commissariati. E' il risultato della relazione del prefetto Franco Gabrielli sullo scandalo Mafia Capitale, supportata dal giudizio del procuratore di Roma Giuseppe Pignatone, che salva il sindaco Ignazio Marino (politicamente comunque sempre molto debole) ma mette sotto accusa i vertici delle partecipate e di tutti i settori dell'amministrazione pubblica che hanno avuto rapporti con i "boss" delle mazzette. Verranno dunque commissariati interi appartati tecnico-dirigenziali o addirittura singoli Municipi incapaci di assicurare legalità e trasparenza. Resta, si diceva, la posizione debolissima di Marino, che nei prossimi mesi dovrà provare a governare "sotto tutor" e con nuovi interlocutori estranei alla sua squadra. E la relazione di Gabrielli e Pignatone non ha risolto un inquietante interrogativo: possibile che Marino e i suoi uomini abbiano governato per mesi e mesi senza accorgersi di quanto continuava ad accadere sotto il loro naso?La Mafia dentro al Campidoglio non c'è, o almeno non nei piani alti. Ma fino ad oggi è mancata anche la capacità di non solo combattere, ma pure arginare il malaffare di delinquenti e amici degli amici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni-1

    gianni-1

    08 Luglio 2015 - 17:05

    Se al posto di Marino ci fosse stato un Sindaco di destra che cosa sarebbe successo ???????

    Report

    Rispondi

  • aldo delli carri

    08 Luglio 2015 - 14:02

    questo gabrielli è stato nominato non si sa bene da chi, e secondo voi fa gli interessi della verità??? ha,ha,ha...il potere logora chi non ce l'ha.........

    Report

    Rispondi

  • vmannel

    08 Luglio 2015 - 12:12

    in Sicilia e Calabria sono stati sciolti per mafia comuni per molto meno,rispetto a Roma....e ci vanno di mezzo i dipendenti onesti che si troveranno "commissariati"

    Report

    Rispondi

  • eziocanti

    08 Luglio 2015 - 12:12

    Evviva, Marino non viene "dimesso" e può contare sull'appoggio incondizionato del PD; siamo tutti più contenti, più rimane al governo della capitale più il PD perderà consensi. Saluti. Ez.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog