Cerca

Beni culturali

Chiuso il Colosseo per assemblea sindacale, turisti nel caos

Chiuso il Colosseo per assemblea sindacale, turisti nel caos

Il Colosseo e altri siti archeologici e musei  chiusi per tre ore in tutto il paese per un'assemblea sindacale, lo sconcerto dei turisti. questa mattina, venerdì 18 settembre, per  quasi tre ore dalle 8:30 alle 11, molti turisti che volevano visitare siti archeologici hanno trovato una brutta sorpresa. Infatti le strutture sono rimaste chiuse a causa di un'assemblea sindacale. Le riunioni erano state convocate nel pomeriggio di ieri, ma è mancata un'adeguata diffusione dell'informazione, nonostante ne fosse stata data comunicazione alla stampa. Ad aumentare la confusione un avviso in inglese che annunciava la chiusura fino alle 11 pm, ovvero le 11 di sera. Grande disagio per i turisti davanti ai siti sbarrati e con le biglietterie chiuse.

Le reazioni - Duro l'intervento del Ministro della cultura Dario Franceschini:"La misura è colma", ha detto, annunciando che d’accordo con il premier Matteo Renzi proporrà in Consiglio dei Ministri di inserire musei e luoghi della cultura nei servizi pubblici essenziali. Anche il presidente della Codacons esprime la necessità di porre rimedio alla situazione: "Quanto avvenuto oggi a Roma è una vergogna che crea un danno enorme all’immagine di Roma e dell’Italia nel mondo Non è pensabile che siti così importanti vengano chiusi quando i lavoratori decidono di scioperare o indire assemblee: per questo chiediamo l’intervento dell’esercito, attraverso un nucleo appositamente adibito a garantire l’apertura di monumenti e siti archeologici anche in assenza dei lavoratori". Il fatto ha un precedente che aveva creato i medesimi disagi: era successo a giugno a Pompei

Le ragioni dei lavoratori - Le Rsu dei lavoratori ha convocato l’assemblea  per parlare della "gravissima situazione dei dipendenti della Soprintendenza archeologica dovuta al mancato pagamento delle indennità di turnazione e delle prestazioni per le aperture straordinarie e la mancata apertura di una trattativa per il rinnovo del contratto". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nick2

    19 Settembre 2015 - 07:07

    Ci sono sempre stati scioperi ed assemblee, che sempre hanno creato disagi. Le notizie date in questo modo (non solo da voi, ma anche dall'informazione vicina a Renzi) sono pericolose. E' in atto un suicida tentativo bipartisan (e di confindustria) di togliere i diritti ai lavoratori e di creare nuovi schiavi. Questo é il peggior modo di reagire ad una crisi. Diventeremo sempre piú poveri.

    Report

    Rispondi

  • beatles14

    19 Settembre 2015 - 01:01

    Turisti nel caos? Ma x piacere ! A Roma! Andavano a vedere altro e tornavano di lì a due ore. Per privarci del diritto di sciopero inventatele meglio vermi! Pagate i giusti stipendi invece della paghetta e nessuno sciopererà bastardi!

    Report

    Rispondi

  • Oscar1954

    18 Settembre 2015 - 21:09

    Caro Franceschini, cari compagni, chi semina vento raccoglie tempesta. Voi avete insegnato e protetto, a quei fannulloni di sindacalisti a scioperare per qualsiasi ebetata quando c'era il governo Berlusconi. Bene ora la frittata si è rivoltata contro di Voi a dimostrazione di quanto siete idioti e incapaci. Chi la fa l'aspetti

    Report

    Rispondi

  • arwen

    18 Settembre 2015 - 20:08

    Caro Franceschini, nn vi capisco. Quando governava la DC o il bieco dittatore gli scioperi vi andavano bene, anzi, eravate proprio voi a proporli. Ora, che vi siete imborghesiti e vi siete attaccati alle zinne dello stato, i lavoratori che scioperano sono diventati brutti e cattivi. Decidetevi. Intanto, mentre fate i moralisti da 2 cent, io ieri ho aspettato un treno della metro x 35 min. Grazie!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog