Cerca

Capitale a piedi

Roma, disastro Atac per il Giubileo: 52 bus elettrici fermi in deposito e oltre uno sciopero a settimana

Roma, la situazione disastrosa dell'Atac in vista del Giubileo

Durante il Giubileo del 2000 Roma era la città europea con il maggior numero di bus elettrici, oggi ne circolano solo 8. Gli altri 52 - racconta Sergio Rizzo su Il Corriere della Sera - sono fermi in un deposito a Trastevere, perché mancano i soldi per sostituire le loro batterie.

I conti - L'Atac non naviga in acque tranquille: ha un’esposizione finanziaria di 874 milioni, e questa estate il Comune è stato costretto a ricapitalizzarla. Come? In parte con una operazione sul patrimonio e, per 40 milioni di euro, con "risparmi" sui soldi pubblici varsati dal Comune e dalla Regione.

La flotta - Il trasporto pubblico romano ha circa 2.500 autobus con un’età media di 10 anni, di cui soltanto circa 1.800 utilizzabili.

I dipendenti - L’Atac ha 12 mila dipendenti, che dal 2009 hanno totaliazzato ben 521 scioperi.

I costi - Uno studio dell’Istituto Bruno Leoni calcola che ogni chilometro percorso costa all’Atac 7,3 euro, contro i 2,4 degli autobus londinesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arwen

    06 Ottobre 2015 - 16:04

    Confermo. La mattina alle 0610 prendo sempre un bus elettrico per raggiungere il posto di lavoro (quando passa) e una volta su 3 si ferma lungo la via.

    Report

    Rispondi

blog