Cerca

Roma

Ignazio Marino, la tentazione del M5s: non sfiduciarlo

Ignazio Marino, la tentazione del M5s: non sfiduciarlo

La tentazione grillina è di non sfiduciare il sindaco Ignazio Marino. Se per il Pd infatti le dimissioni del primo cittadino della capitale sono "una partita chiusa" e "resta solo da discutere le modalità", per il Movimento cinque stelle la partita è ancora aperta. Riporta il Giorno che da un lato ci sono i consiglieri pentastellati dell'assemblea capitolina che dicono al Pd: "C'è solo una mozione di sfiducia, agli atti, la nostra, invitiamo il Pd a votarla" e dall'altro il guru dei grillini Gianroberto Casaleggio che si limita a dire: "Sfiduciare Marino con il Pd? Deciderà il Movimento". Insomma, la decisione non è ancora stata presa. E potrebbero esserci sorprese.

Intanto Marino ha dalla sua parte soltanto Sel e i consiglieri della sua lista, più alcuni e pochissimi ex dirigenti del Pd romano. Pd che dopo il caso Marino dovrà affrontare il caso Orfini, che sta per finire sul banco degli imputati di Renzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    29 Ottobre 2015 - 08:08

    Ogni giorno esplode l PD ma è sempre lì più solo che mai dato che l'opposizione è nulla e impreparata Se si propone Del Debbio per Premier vuol che si deve proporre anche l'asino o il cavallo.

    Report

    Rispondi

  • frabelli

    28 Ottobre 2015 - 14:02

    Insomma nulla di nuovo o costruttivo. Il tutto per fare un po' di cagnara e buttare tutto, come si dice, "in vacca"

    Report

    Rispondi

  • buonavolonta

    28 Ottobre 2015 - 13:01

    ...e se la signora diceva a marino ..ma collegate sti do neuroni che te son rimasti... cosa avrebbe detto il sindaco.....forte coi deboli debole coi forti...

    Report

    Rispondi

  • fausta73

    28 Ottobre 2015 - 13:01

    "deciderà il movimento", ossia decide lui, ma senza assumersi la responsabilità delle azioni, nascondendosi dietro le "votazioni". bella tattica: se un domani vanno al governo e l'italia fallisce lui darà la colpa alle votazioni

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog