Cerca

Carità

La clochard partorisce per strada e Papa Francesco le offre ospitalità

Partorisce per strada e Papa Francesco le offre ospitalità

Una senzatetto romena di 35 anni ha partorito la scorsa notte in strada nei pressi di piazza San Pietro a Roma, aiutata da alcuni poliziotti. È successo dopo le due di notte, quando qualcuno ha segnalato alla polizia che una donna stava partorendo in piazza Pio XII. Sono intervenute pattuglie delle Volanti e dell'Ispettorato Vaticano. Un'agente donna ha aiutato la giovane a dare alla luce la bambina, mentre i colleghi, dopo aver rimediato una coperta, si sono disposti intorno per ripararla. Tutto è avvenuto prima dell'arrivo dell'ambulanza del 118, che ha portato la donna e la neonata all'ospedale Santo Spirito. 

L'elemosiniere del Papa, monsignor Konrad Krajewski ha visitato la giovane romena, si è trattato di una visita a una persona che l'elemosiniere conosceva e alla quale era stata offerta ospitalità diverse volte, senza che la donna la accettasse.  Dopo il parto, l'elemosiniere ha rinnovato alla madre l'offerta di un anno di ospitalità, per lei e per la figlia, nella casa delle suore di Madre Teresa a Primavalle. "Dipenderà da lei vedere cosa desidera fare, mamma e figlia stanno bene, preghiamo per loro". Tuttavia il portavoce ha detto che la bimba, non essendo nata in piazza San Pietro, "non è cittadina vaticana".

La mamma che ha partorito per strada "era ben nota nella zona e anche monsignor Konrad la conosceva bene", ha detto padre Federico Lombardi, capo della sala stampa vaticana. La signora aveva usufruito dei servizi per i clochard fatti installare dal Papa e una volta iniziata la gravidanza varie volte le era stata offerta ospitalità presso le suore di madre Teresa, ma la signora "non aveva mai voluto accettare".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • elon

    21 Gennaio 2016 - 10:10

    Complimenti alla Polizia per l'umanità, in questa occasione, dimostrata spero che il Vaticano convinca questa sfortunata a ricoverarsi in qualche struttura protetta.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    20 Gennaio 2016 - 18:06

    E questo sarebbe un paese civile?

    Report

    Rispondi

blog