Cerca

Cambia tutto

Matteo Salvini cala l'asso a Roma: "No a Bertolaso, sì alla Meloni candidata sindaco"

Matteo Salvini cala l'asso a Roma:

"Il candidato di tutto il centrodestra a Roma non si chiama Guido Bertolaso. Almeno, non è il mio. Se si facesse avanti Giorgia Meloni il candidato sarebbe lei, per me non ci sarebbe nessun problema". Il leader della Lega Nord Matteo Salvini, intervistato dal Corriere.it, in un solo colpo rovescia l'esito delle "primarie leghiste" dello scorso weekend e i piani degli alleati (o presunti tali). Nel giorno in cui Irene Pivetti, seconda dietro Marchini ai gazebo salviniani, scende ufficialmente in campo in solitaria per la carica di sindaco della Capitale, Salvini rilancia così il nome della Meloni. La leader di Fratelli d'Italia, incinta, aveva sempre detto di valutare una propria candidatura come extrema ratio nel caso di stallo prolungato del centrodestra. Uno stallo che, è evidente, c'è e va avanti da diversi giorni.

"Sì alla Meloni" - Quanto ad Alfio Marchini, afferma ancora Salvini, "vorrei capirne i programmi, non solo suoi ma di tutti gli altri, perché abbiamo parlato troppo di nomi e troppo poco di programmi. Le primarie a questo servirebbero, capire che vuole fare ciascuno per Roma". Per il leader leghista i tempi ci sarebbero ancora, "in venti giorni, da qui a Pasqua, fai e disfai quel che vuoi. Prendiamo il modello del Pd, lo facciamo meglio così non vengono taroccate, e lo facciamo. Se invece si trova un accordo sono l'uomo più felice del mondo, della Meloni sarei contentissimo come candidato sindaco, altrimenti primarie".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ninosiciliano13

    03 Marzo 2016 - 12:12

    Il candidato giusto è Marchini che ha già un suo zoccolo duro di almeno il 10%.Se B. non riconosce questo è sintomo che oramai è cotto e lasci la politica. Penso che Roma è persa e Milano in bilico.

    Report

    Rispondi

  • fabiosedita

    02 Marzo 2016 - 17:05

    Speravo che la Meloni si facesse avanti senza se e senza ma. È ora di dimostrare le sue capacità ed è la candidata naturale. Bisognerebbe prendere ad esempio ex deputati illustri che hanno deciso di fare uno il sindaco di Torino e l'altro il governatore della Lombardia. Insomma politici di destra e sinistra cominciate a mettervi in gioco.

    Report

    Rispondi

  • tontolomeo baschetti

    02 Marzo 2016 - 17:05

    La destra come l' Inter .... poverelli ....

    Report

    Rispondi

  • vincentvalentster

    02 Marzo 2016 - 17:05

    Salvini lasciamolo al suo Nord. Il centrodestra è finito con Berlusconi, quindi Bertolaso, Meloni o qualsiasi altro non ha alcuna chance e con Salvini il Centrodestra affonderà definitivamente. Non ha un programma ( le storia delle tasse per tutti al 15% è una boutade ) e con la Le Pen, che è di un altro pianeta, non ha nulla a che vedere. Il Centrodestra va rifondato su altre basi, altre persone

    Report

    Rispondi

blog