Cerca

Naftalina

Fini da ridere: "La Meloni mi copia". Cosa si è spinto a dire su Giorgia

Gianfranco Fini

"Non credo all’operazione nostalgia, chi dice che siamo tornati al centrodestra del 1994 non ha capito nulla". Lo ha detto Gianfranco Fini a In mezz’ora, parlando delle elezioni a Roma. "Finite le amministrative ci sarà la madre di tutte le battaglie, quella del referendum, in cui io voterò con Salvini e si ricreerà un fronte denso di significati politici", ha aggiunto l’ex presidente della Camera. "Io credo che una grande parte di elettori del centrodestra voterà Marchini, perché lui vuole fare il sindaco - ha aggiunto -. La Meloni, invece, vuole fare quello che riuscì a me nel 1993, accendere i riflettori e diventare parte della vita politica nazionale. Marchini non ha questo obiettivo".

Fini ha spiegato ancora: "Se Marchini diventa sindaco fa capire che dopo la battaglia sul referendum, quando si sarà nel vivo della campagna elettorale per le politiche, la guida del centrodestra non potrà essere espressione del duo Salvini-Meloni: il profilo del candidato premier se sarà legato alle parole del duo Salvini-Meloni perde. Se no può vincere».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • libero14

    10 Maggio 2016 - 02:02

    Fini : V F C !

    Report

    Rispondi

  • nero48

    09 Maggio 2016 - 20:08

    "Il tradito potrà anche essere un ingenuo, ma il traditore sarà sempre un infame!!"... Il marchio del traditore rimane su questo individuo che ha vissuto tradendo!!!

    Report

    Rispondi

  • valter oppi

    09 Maggio 2016 - 19:07

    fini sempre PIU' DEFICENTE

    Report

    Rispondi

  • nico1947

    09 Maggio 2016 - 16:04

    Quello che è riuscito a te è impossibile ,non abbiamo più case a Montecarlo. L' ultima che avevamo, la comprata un certo Tulliani,facendo un buonissimo affare. La comprata con 4 peli sfregati

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog