Cerca

Eventi

Madre Teresa sarà Santa e Roma la festeggia: pure un musical per la Suora dei poveri

Madre Teresa sarà Santa e Roma la festeggia: pure un musical per la Suora dei poveri

Centomila pellegrini attesi a Roma dalle prossime ore: è la carica dei fedeli di Madre Teresa di Calcutta che domenica sarà solennemente proclamata santa in piazza San Pietro da papa Francesco. Una festa di fede, ma anche un grosso impegno organizzativo per la Capitale, già messa a dura prova dall’incuria quotidiana, dall’allarme  terrorismo, dal degrado, dal cattivo funzionamento dei mezzi pubblici… Intanto, è previsto che in campo scendano 1.000 uomini in più delle forze dell’ordine, che andranno a rafforzare il piano di vigilanza disposto per l’intero anno giubilare che conta l’impiego di 2.000 agenti in tutta Roma.

Il clou sarà appunto la giornata di domenica, con la cerimonia a San Pietro, ma le iniziative e gli incontri per celebrare l’evento già cominceranno domani, con veglie di preghiere e celebrazioni eucaristiche in diverse chiese romane. Un breve memorandum: domani nella basilica di Sant’Anastasia al Palatino, vengono celebrate tre Messe alle 9 (in inglese), alle 10 (in spagnolo) e alle 12 (in italiano). Dalle 20.30 alle 22, nella basilica di San Giovanni in Laterano, veglia di preghiera presieduta dal cardinale vicario Agostino Vallini e una solenne adorazione eucaristica. Sabato 3 settembre alle 10 Papa Francesco pronuncia una catechesi in piazza San Pietro.

Preghiere, messe, incontri, presentazioni di  libri, appunto. Ma anche spettacoli teatrali: un modo diverso per celebrare la nuova santa. Stasera poi debutta sul palcoscenico del Teatro Olimpico di Roma “ Madre Teresa, il musical”, prodotto dalla premiata ditta Paulicelli-Castellacci. La vita della suora più conosciuta al mondo rappresentata in un’opera di due tempi traboccanti di note, pensieri e aneddoti sarà passata in rassegna dinnanzi ad un pubblico di assoluti privilegiati ovvero “i suoi poveri” ospiti della corrente edizione de “La Festa Dei Poveri” organizzata dai Missionari della Carità e inserita nel calendario degli appuntamenti previsti in occasione della canonizzazione. Ad interpretare il ruolo protagonista sarà per la prima volta Wilma Goich. La regia dell’opera è firmata da Paulicelli che lo ideò e l’allestì per la prima volta nell’ Estate Romana 2002 per poi inserirlo nel 2003 nella programmazione del Teatro Brancaccio, diretto allora da Gigi Proietti. Ben 500 sono state le repliche dell’opera in tutta Italia e circa 20.000gli spettatori  che per vederlo affollarono  teatri, piazze, palasport e   santuari  compresa la Basilica di San Francesco ad Assisi. Oggi l’opera è tra le più rappresentate in Italia dalle compagnie giovanili. Poi ci sarà Serena Autieri nei panni di Madre Teresa. L’attrice napoletana, in un ruolo completamente inedito, reciterà sei monologhi legati alla suora dei poveri, uno per ogni fase fondamentale del percorso intrapreso dalla missionaria. Accadrà sabato prossimo, alle 20, a Palazzo della Cancelleria, a Roma.  Sabato, alle 17, nella Basilica di Sant’Andrea della Valle, un momento di preghiera e meditazione con arte e musica: l’«Oratorio» della beata Teresa di Calcutta, dal titolo Mother  composto da Marcello Bronzetti, con coro e orchestra Fideles et Amati. E qui sarà possibile anche la venerazione della reliquia della santa. Se qualcuno volesse seguire tutto il possibile in tv lo potrà fare sintonizzandosi su tv2000, la televisione dei vescovi.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog