Cerca

giallo

Roma, studentessa cinese sparita nel nulla: "Gridava aiuto al telefono"

8 Dicembre 2016

0
Roma, studentessa cinese sparita nel nulla: "Gridava aiuto al telefono"

Lunedì pomeriggio, la studentessa cinese Zhang Yao è scomparsa nel nulla, dopo aver ritirato il suo permesso di soggiorno all'Ufficio immigrazione di via Patini a Roma. La giovane orientale, arrivata a Roma come tanti suoi connazionali per frequentare l'Accademia delle Belle Arti, avrebbe telefonato, poco prima di scomparire, ad un'amica. Urla, una richiesta d'aiuto e poi il nulla. L'amica ha subito allertato le forze dell'ordine per poi presentarsi direttamente all'ambasciata cinese della capitale. Il caso è stato preso in mano dal commissariato Casilino che ha passato al vaglio gli ospedali, le telecamere di videosorveglianza e le celle telefoniche vicino al luogo della sparizione.

Purtroppo della ragazza cinese, per ora, sembra non esserci traccia. Le forze dell'ordine non stanno lasciando nulla di intentato, interrogando gli amici della ragazza e cercando di ricostruire le sue abitudini e frequentazioni, anche se risulta sempre più probabile l'ipotesi di una rapina, finita in sequestro di persona. I genitori, avvisati subito della gravità della situazione, potrebbero partire a momenti dalla Mongolia alla volta dell'Italia. Il profilo social è tenuto strettamente sotto controllo, tutta la comunità cinese (e non solo), ben rappresentata nell'Accademia, è allerta: tutti sono nella disperata attesa di notizie.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media