Cerca

Guerra tra poveri

Bengalese ottiene casa popolare a Tor Bella Monaca, lo pestano a sangue

0
Bengalese ottiene casa popolare a Tor Bella Monaca, lo pestano a sangue

Un bengalese di 52 anni ottiene un alloggio popolare a Tor Bella Monaca e viene aggredito a calci da quattro persone. Il motivo? Essere "colpevole" proprio poiché destinatario di quell'appartamentino dal Comune di Roma. L'uomo ha denunciato l'aggressione al commissariato Casilino. Il bengalese ha raccontato alla polizia di essere stato aggredito il 26 giugno da un gruppo di ragazzi tra i 20 e i 25 anni, mentre era andato a visitare l'alloggio popolare. Howlader Dulal, questo il nome della vittima, vive in Italia da 26 anni e lavora regolarmente in un ristorante. Aveva chiesto ai giovani informazioni per raggiungere la sua nuova casa quando si è scatenata la reazione violenta: "Qui non c'è posto per te", gli avrebbero urlato gli aggressori. "Abbiamo presentato denuncia per lesioni con aggravante dello sfondo razziale", ha spiegato l'avvocato di Dulal, Paolo Palma. La situazione famigliare del bengalese non è facile: lui disabile, due figli di cui uno laureato e l'altro disabile. "È ottavo in graduatoria tra gli aventi diritto all'alloggio popolare - ha concluso il legale - dopo l'aggressione, in Comune gli è stato detto di portare la denuncia così gli avrebbero cercato un altro alloggio in un luogo diverso".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media