Cerca

L'amico del ministro

Lanzalone, il grillino indagato per lo stadio di Roma? Retroscena-bomba: che poltrona voleva nel governo

14 Giugno 2018

0
Lanzalone, il grillino indagato per lo stadio di Roma? Retroscena-bomba: che poltrona voleva nel governo

Roma era l'antipasto, per Luca Lanzalone l'abbuffata doveva arrivare con il Movimento 5 Stelle al governo. È questo il quadro, imbarazzante per l'M5s, che emerge dall'inchiesta sulla corruzione relativa allo stadio della Roma che ha portato all'arresto del dimissionario presidente Acea e altre 8 persone, con il coinvolgimento anche del capogruppo pentastellato alla Camera Paolo Ferrara.



D'altronde, i rapporti del "tecnico" Lanzalone con il mondo grillino sono ormai formidabili. Inviato da Beppe Grillo e dalla Casaleggio a Livorno nel 2016 per risolvere il problema di Filippo Nogarin con i rifiuti, dopo pochi mesi arriva a Roma per dare una mano a Virginia Raggi e qui stringe rapporti di fiducia con Riccardo Fraccaro e Alfonso Bonafede, oggi ministri e allora "tutori" della sindaca in difficoltà. Secondo le carte di cui riferisce il Fatto Quotidiano, appena lo scorso 2 giugno Lanzalone (presente alla sfilata ufficiale per la Festa della Repubblica ai Fori imperiali) annusava aria di incarichi "pesanti".



Gli inquirenti a tal proposito indicano le parole del suo socio Luciano Costantini: "Afferma che Alfonso (Bonafede, ndr) gli ha detto che vorrebbe portarlo ovunque e aspetterà che Luciano gli indichi la posizione che vuole assumere". "Luca (Lanzalone, ndr) - si legge nell'ordinanza - dice di aver detto a Luigi (Luigi Di Maio, ndr) che è interessato alla nomina a commissario in qualche amministrazione straordinaria piuttosto che CdP". In effetti, il nome di Lanzalone è dato tra i papabili per Cassa depositi e prestiti anche se è lo stesso manager poi a cambiare idea, preferendo una qualche comoda e meglio remunerata poltrona da amministratore giudiziario delle aziende in crisi. Stava aspettando l'incarico, ha trovato le manette.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media