Cerca

Incendio in casa di cura

Morta una vecchina

Incendio in casa di cura

È una vecchina di 88 anni la vittima di un incendio divampato nella casa di San Francesco Caracciolo in viale Tirreno a Montesacro, Roma. Sette i feriti, di cui uno grave: si tratta di un’anziana di 80anni, ricoverata al Sandro Pertini a causa delle ustioni riportate su tutto il corpo. L'anziana deceduta nell’incendio, Loretta Di Ticco, era immobilizzata al letto perché malata terminale. Secondo quanto riferito dai vigili del fuoco, le fiamme sono divampate al terzo piano della struttura, probabilmente a causa di un lumino acceso per la morte di una paziente avvenuta ieri.  I vigili hanno accertato anche che “l'impianto e i sistemi di sicurezza della casa di cura erano a norma sulla carta. L'allarme si è attivato subito e l'incendio molto probabilmente deve avere avuto come focolaio la zona del letto in cui è morta l'anziana di 88 anni”. Questo è quanto detto da Mauro Bergamini vicecomandante dei vigili del fuoco presente sul posto.

E a causa di un malore è stato ricoverato all’ospedale Umberto I il direttore sanitario della clinica Caracciolo: l'uomo, riferiscono fonti del 118, si è sentito male durante il rilevamento dei vigili del fuoco ed è stato trasportato con un'ambulanza nel nosocomio di viale Regina Margherita.

Problemi economici - Nel 2007 la Casa di Cura è stata messa in stato di crisi perché non venivano pagati gli stipendi. I sanitari e i medici avevano effettuato vivaci proteste e il Municipio IV era intervenuto presso la Asl e la Regione per risolvere la situazione. Già negli anni precedenti, a partire dal 2002, le proteste del personale avevano evidenziato crisi e insolvenze nei pagamenti degli stipendi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog