Cerca

Sequestrate 11 piscine

dei Mondiali, 30 gli indagati

Sequestrate 11 piscine

Il gip di Roma ha ordinato il sequestro di piscine e altre strutture in 11 circoli sportivi di Roma, mentre la procura ha indagato 30 persone tra cui l'organizzatore dei Mondiali di nuoto della scorsa estate per violazione delle leggi paesaggistiche e urbanistiche. Lo hanno rivelato oggi fonti della procura. I circoli erano stati ristrutturati o ampliati per ospitare gli atleti dei Mondiali del luglio scorso. Primo degli indagati è Giovanni Malagò. presidente del circolo Canottieri Aniene ed ex presidente del comitato organizzatore dei mondiali di nuoto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dellelmodiscipio

    08 Ottobre 2009 - 17:05

    Questa delle piscine romane e del successivo sviluppo giudiziario della vicenda potrebbe essere una pittoresca notizia dall'Italia sui giornali stranieri che parlano tanto male del nostro governo, se volessero che i loro lettori si facessero un'idea più precisa sulla tipologia dei giudici che tampinano da 15 anni il nostro presidente. Questi individui sono cresciuti a una scuola che gli ha insegnato che compito del giudice non è intervenire prontamente e lucidamente per fermare un'azione criminosa, impedire che avvenga il peggio, proteggere una vittima, no, è quello di fermare tutto, tenere col fiato sospeso colpevoli e innocenti, terrorizzare qualche decina di individui colla minaccia di astronomici RISARCIMENTI (e chissà a chi toccherà, di solito al meno furbo), e soprattuto far vedere che AL MOMENTO gli uffici giudiziari sono impegnati LI' e non possono essere disturbati per quisquilie.

    Report

    Rispondi

blog