Cerca

Intesta al gatto Tommasino

un patrimonio da 10 milioni

Intesta al gatto Tommasino
Il gatto più fortunato di Italia abita a Roma. Una villa all'Olgiata, due appartamenti a Roma e Milano, conti correnti bancari e alcuni terreni in Calabria tutto intestato a suo nome, grazie al lascito che Maria Assunta, classe 1917, senza figli, originaria di Potenza, ha deciso di affidare a 'Tommasino'. Il suo amato gatto, trovato abbandonato vicino a un cassonetto dell'immondizia ha ora riscattato il suo stato di disadattato. Il testamento olografo della 92enne, del quale sono nominati esecutori testamentari gli avvocati Anna Orecchioni e Giacinto Canzona, parla chiaro: viene istituito un legato a favore della persona, fisica o giuridica, o dell'associazione animalista che sarà individuata dagli esecutori testamentari, per diventare l’erede dell'ingente patrimonio con il perentorio onere di occuparsi del gatto Tommaso. Alla morte di questo, l'erede dovrà occuparsi degli altri animali abbandonati utilizzando un patrimonio stimabile intorno ai 10 milioni di euro. Intanto, Maria Assunta non ha nessuna intenzione di passare a miglior vita. Gode, fanno sapere i legali, di ottima salute.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    05 Dicembre 2009 - 15:03

    era solo x capire se eri un razzista infame oppure ti riferivi a pochi. tutto qua. La moderazione non e' il tuo forte eh :P

    Report

    Rispondi

  • ziogianni

    05 Dicembre 2009 - 15:03

    ***accecato dalla bile! dove hai letto "tutti"? Chi amministra, sicuramente sì intendi? Io ho moltissimi amici Calabresi, da Crotone (Rino Gaetano è stato mio grande amico, come la "Katamandu Band" o "Gli operai della fiat 1100") a Castrovillari come a Paola o Soveria Simeri. Sei sempre il solito. Scuotiti. Un caro saluto, Zio Gianni.

    Report

    Rispondi

  • antari

    05 Dicembre 2009 - 13:01

    non so se ho capito bene il tuo primo post. Hai scritto che le mani di tutti i calabresi sono infami e luride sporke di sangue, oppure qualcosa di diverso?

    Report

    Rispondi

  • ziogianni

    05 Dicembre 2009 - 10:10

    ***Mi piace veramente il suo gatto Tommasino e la sua disposizione. Giuro sulla mia vita di quanto propongo. Ho avuto diversi gatti. Sono un romano che vive a Milano nella China Town ed i cinesi si son mangiati la Mia Valentina, nera e bellissima, ed il Pippo, gatto siamese che "parlava". Le giuro che assumerò le guardie del corpo per non fare 2 senza tre. A costo della mia vita. Ci rifletti. Cordialmente, Zio Gianni & Katia. P.S. Lo vedo già sul mio divano spaparansarsi ed amato. Anche a gratis.*

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog