Cerca

Roma, detenuti-spazzini

ai Fori Imperiali e Caffarella

Roma, detenuti-spazzini
Detenuti spazzini domani a Roma. Grandi pulizie per i Fori Imperiali, domani a Roma infatti, con settanta spazzini particolari: a imbracciare scope e palette saranno i detenuti della casa di reclusione maschile e femminile di Rebibbia.
Come è già avvenuto a Ferragosto, quando ci fu una iniziativa analoga, interverrà anche il sindaco di Roma Gianni Alemanno. I detenuti usciranno dalle celle alle 7 e lavoreranno fino alle 12:30.
In programma c'è anche un intervento per pulire il Parco della Caffarella. L'uscita dei reclusi è frutto di un accordo tra l' Ufficio detenuti, diretto da Sebastiano Ardita, del Dipartimento dell' Amministrazione Penitenziaria e il Comune di Roma.
«L' obiettivo - spiega l' ispettore Vincenzo Locascio, coordinatore delle attività dei detenuti all'esterno degli istituti di pena - è creare una cerniera tra il mondo dei liberi e i detenuti per rendere il carcere utile alla società».
 Iniziative di questo tipo sono state organizzate in passato in varie città e altre sono in cantiere: a metà dicembre a Milano, il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, e l'amministratore delegato di Expo 2015, Lucio Stanca, firmeranno un protocollo che prevede il coinvolgimento di un centinaio di detenuti delle carceri lombarde.
Gli interventi dei detenuti non si limitano solo alla pulizia di aree e parchi: l'estate scorsa un gruppo di reclusi del carcere di Palermo lavorò all'allestimento di trappole per catturare i “punteroli rossi”, scarafaggi che attaccano e distruggono le palme della città.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog