Cerca

Falso allarme bomba a Fiumicino

Segnalata la presenza di un terrorista sull'aereo per Accra

Falso allarme bomba a Fiumicino
A poche ore di distanza dal falso allarme bomba che ha creato attimi di tensione all’aeroporto di Ciampino, al Leonardo Da Vinci scatta un nuovo allarme antiterrorismo. È accaduto alle 14 quando a Fiumicino due telefonate anonime hanno segnalato la presenza di un terrorista a bordo del Boeing 767 in partenza per Accra via Lagos.

Nel giro di pochi secondi dalle segnalazioni, gli uomini della Polaria e gli investigatori della Digos si sono recati sull'aeromobile dell’Alitalia e hanno fatto scendere i passeggeri imbarcati, per controllare rigorosamente i loro nominativi e la documentazione. Ispezioni accurate, con l'ausilio delle unità cinofile antiesplosivo e controlli di «body-check sulle persone, sono state effettuate sia a bordo e sui bagagli a mano, sia nella stiva. Dopo i controlli si è constatato che si trattava nuovamente di un falso allarme. Alle 16 la situazione è tornata alla normalità e i 260 passeggeri hanno tirato un sospiro di sollievo.

Secondo quanto si è appreso, l'allarme è scattato quando in due distinte telefonate, una al centralino dei carabinieri dell'aeroporto pervenuta intorno alle 13:00, l’altra, a distanza di pochi minuti, alla sala operativa della Polaria, una voce maschile, non artefatta, parlando in lingua italiana, ha annunciato il pericolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog