Cerca

Aggredito il figlio di Alemanno

Lo avevano scambiato per un altro

Aggredito il figlio di Alemanno
Il figlio quindicenne del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, è stato aggredito da un gruppo di giovani. Manfredi era insieme a un amico di 16 anni in piazza Euclide nel quartiere Parioli quando un ragazzo si è avvicinato, esortando gli amici: «Eccolo è lui è quello che ci ha aggrediti la settimana scorsa, prendiamolo e gonfiamolo». Pochi secondi e i sette giovani, quattro maggiorenni e tre minorenni, italiani ma figli di immigrati, hanno malmenati i due con schiaffi, pugni e spintoni.

Il figlio di Alemanno e l’amico sono riusciti a fuggire e ripararsi in un bar da dove hanno avvertito la polizia, già avvertita da un passante che vaeva assistito alla scena. Gli agenti hanno identificato i giovani aggressori - originari di Capoverde e delle Filippine - che avrebbero picchiato i ragazzi per uno scambio di persona.

Non essendoci nessun’altra motivazione alla base della lite, la moglie del sindaco Alemanno, Isabella Rauti e la mamma dell'altro giovane non hanno sporto denuncia. Nessuno dei sette ragazzi identificati dalla polizia ha precedenti penali, sono tutti studenti e figli di immigrati che in Italia lavorano regolarmente.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lumaca

    07 Maggio 2011 - 10:10

    Le due mamme hanno sbagliato; certe azioni vanno punite molto seriamente, altrimenti questi ragazzi non impareranno mai come si sta al mondo. Il problema non è se la vittima è il figlio di Alemanno o meno; resta il fatto che volevano aggredire intenzionalmente una persona e qualcuno deve insegnare a questi delinquentelli che le mani non si mettono addosso a nessuno!

    Report

    Rispondi

blog