Cerca

Arrivano i distributori di preservativi a scuola

Dopo l'installazione delle macchinette, gli studenti del Keplero seguiranno corsi di educazione sessuale

Arrivano i distributori di preservativi a scuola
Arriveranno nelle vacanze di Pasqua i distributori di preservativi e assorbenti, attesi già da due settimane nel liceo scientifico Keplero di Roma. Lo ha annunciato il preside dell'istituto Antonio Panaccione, precisando che "non si è trattato di un ritardo o di uno slittamento di date ma di un approfondimento del tema. Il nostro ultimo giorno di scuola sarà venerdì 26 marzo, poi ci sono una decina di giorni di vacanza durante i quali riceveremo le ditte che verranno ad installare i distributori. In questo modo la didattica non verrà intralciata e gli studenti troveranno le macchinette al loro ritorno dalle vacanze di Pasqua, il 7 aprile". Le due settimane di ritardo sono quindi servite a dare maggiori informazioni sul progetto a genitori e insegnanti che avevano chiesto chiarimenti e agli studenti della Provincia di Roma.

Poi, da lunedì 12 aprile, per tre settimane, la Lega italiana per la lotta all'Aids (Lila) terrà corsi di educazione alla salute e prevenzione dalle malattie sessualmente trasmesse. Le lezioni saranno rivolte a cinque gruppi da 15-18 ragazzi che lavoreranno con il metodo della "peer education" (gli studenti che partecipano ai seminari hanno il compito di trasmettere alla classe le informazioni). 

Quanto all'eventualità di polemiche o ripensamenti, Panaccione ha voluto sottolineare che, compreso il senso dell'iniziativa, tutti hanno voluto dare "il loro contributo e, anzi, ci sono arrivate e-mail di apprezzamento da tutto il mondo firmate da insegnanti, genitori e docenti universitari che si congratulavano per il coraggio di aver affrontato un tema così importante e delicato".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • aifide

    26 Marzo 2010 - 23:11

    La scuola dovrebbe erogare il servizio "istruzione". Che c'entra il distributore di preservativi ed assorbenti? Ma forse hanno pensato alla "testa" degli studenti.........

    Report

    Rispondi

blog