Cerca

La stella di Howe non brillerà al Golden Gala di Roma

Affaticamento per lui. Tanti comunque i campioni per l'evento di venerdì

La stella di Howe non brillerà al Golden Gala di Roma
Niente da fare per Andrew Howe. A distanza di otto mesi dall’operazione al tallone d’achille, infatti, l’atleta azzurro medaglia d’argento ai mondiali di Osaka del 2007 nel salto in lungo sarà costretto a dare forfait al Golden Gala di Roma, in programma venerdì 11 giugno alla stadio Olimpico.
Al termine degli accertamenti diagnostici e sentito il parere dello staff sanitario della Federazione italiana, l’atleta che avrebbe gareggiato in una delle serie extra dei 100 metri ha deciso di abdicare. Una decisione a scopo precauzionale, in virtù dell’affaticamento muscolare patito da Howe nel corso di uno degli allenamenti della scorsa settimana.
Il suo rientro alle gare non dovrebbe essere lontano. Finalmente gli appassionati vedranno Howe anche sul tartan delle piste di atletica e non solo nei cioccolatosi spot televisivi.

Nonostante la defezione del giovane saltatore nato a Los Angeles ma naturalizzato italiano, il Golden Gala 2010 vanta comunque nomi di prestigio internazionale. Tra questi: la saltatrice croata Blanka Vlasic, il velocista giamaicano Asafa Powell, le campionesse olimpiche Shelly-Ann Fraser (velocità) e Barbora Spotakova (giavellotto), il quattrocentista Jeremy Wariner e il primatista del mondo dei 110hs Dayron Robles e tanti altri.

Per quanto riguarda i colori azzurri, sono poche le speranze di ottenere risultati eclatanti nella kermesse capitolina.
Libero-news.itLibero-news.it

Speranze azzurre affidate ad Antonietta Di Martino nel salto in alto e alla mezzofondista Elisa Cusma

Ovviamente, con ancora negli occhi la vittoria davanti alla Vlasic e i 2 metri saltati nell’edizione 2009, l’atleta di punta sarà la primatista nazionale dell’alto Antonietta Di Martino. Tuttavia l’atleta delle Fiamme Gialle non ha passato un inverno tranquillo, con numerosi problemi di salute che ne hanno minato la preparazione.
C’è attesa anche per rivedere l’ottocentista Elisa Cusma, seconda lo scorso anno sull’anello dell’Olimpico. La mezzofondista dell’Esercito proverà quindi a confermarsi, soprattutto dopo il 6° posto ottenuto ai mondiali di Berlino. Con lei la connazionale Daniela Reina. In pista anche il finanziere Simone Collio (centometrista), il quattrocentista Claudio Licciardello. Nel triplo impegnate la primatista nazionale Magdelin Martinez (Assindustria Sport Padova) e Simona La Mantia (Fiamme Gialle), mentre nell'asta salterà bergamasca Elena Scarpellini con la pluricampionessa italiana Zahra Bani (Fiamme Azzurre) impegnata nel giavellotto. Esordio importante dopo i recenti progressi nelle rispettive specialità per Manuela Gentili nei 400hs e per il capolista stagionale del lungo Emanuele Formichetti (S.M. Esercito). Nelle staffette, infine, le due 4x100 azzurre maschili saranno composte da: Tomasicchio, Collio, Di Gregorio e Checcucci e Roberto Donati, Riparelli, Marani e La Mastra.

Prima del via delle gare
, nella mattinata di mercoledì 9 giugno all’Hotel Sheraton si terranno le conferenze stampa pre-meeting.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog