Cerca

Insegnanti e genitori di Grottarossa in mutande per protesta

Denunciano i tagli della Gelmini su un cavalcavia. "Gelmini = la Squola in mutande"

Insegnanti e genitori di Grottarossa in mutande per protesta
Magari avranno meno fondi e meno possibilità di far frequentare ai propri figli il tempo pieno, ma certo l’inventiva non manca di certo a una ventina di genitori e docenti della scuola primaria di Grottarossa a Roma che questa mattina hanno dato vita a una singolare protesta contro la riforma Gelmini.

Saliti su un cavalcavia pedonale di via Flaminia, nella zona della stazione di Grottarossa, il gruppo di manifestanti si è messo in slip esponendo dei cartelloni che componevano la scritta “Gelmini = la "Squola" in mutande”.
Ponderato bene anche l’orario della protesta, iniziata alle ore 8:30, quando il traffico capitolino è bloccato. Insomma massima visibilità per automobilisti e, ovviamente, media.

“La nostra è stata una delle prime tre scuole a tempo pieno in Italia - hanno detto i manifestanti -. Oggi tuttavia, con i tagli, una delle nostre classi sarà costretta a coprire 27 ore anziché 40. Abbiamo chiesto spiegazioni, ma Provveditorato e Ministero si scaricano a vicenda le responsabilità”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • baffos

    12 Giugno 2010 - 08:08

    se gli insegnanti e qualche genitore lecchino di costoro starnazzano tanto vuol dire che la riforma della scuola prospettata dalla Gelmini va nella direzione giusta quindi ministro Gelmini ,avanti senza esitazioni,questi sono come le zecche che nutrendosi di un corpo non loro non vogliono saperne di abbandonarlo o di limitarsi quindi come le zecche bisogna estirparli senza pietà,dopo la scuola sarà senz'altro migliore

    Report

    Rispondi

  • orsola

    11 Giugno 2010 - 12:12

    Ma cosa posso insegnare a questi bambini....?????

    Report

    Rispondi

  • violacea

    10 Giugno 2010 - 21:09

    devono impare a scrivere prima di voler insegnare sti caproni!!! hanno scrittop squola con la q di quadro !!! somari!!!! altro che in mutande.!! nudi a calci in culo!!! dovremmo mandarvi, !!!non siete degni dei posti che occupate!!!!

    Report

    Rispondi

  • BERTY

    10 Giugno 2010 - 17:05

    Purtroppo in Italia siamo circondati da comunisti che il loro motto é: quello che è tuo è mio quello che è mio resta mio!!!! Tutti i posti statali sono occupati da comunisti o da terroni fanulloni, si proteggono a vicenda, questa è la vera cricca....

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog