Cerca

Madre tenta di soffocare la figlia di 18 mesi. La bambina è salva

La piccola era ricoverata in neurologia. È successo al Bambino Gesù di Roma

Madre tenta di soffocare la figlia di 18 mesi. La bambina è salva
L'angoscia di vedere ogni giorno sua figlia in quello stato era diventata troppo forte. E, quando si è trovata da sola con lei, ha perso la testa. I medici l'hanno infatti sorpresa nella stanza d'ospedale della piccola, mentre cercava di soffocarla con le sue stesse mani. Sono stati i secondi di follia che si sono consumati ieri all'Ospedale Bambino Gesù di Roma, dove una donna di origine egiziana di 28 anni, ha cercato di togliere soffocare la piccola di 18 mesi.

Erano da poco passate le 14.00 e la donna si trovava sola con la bambina in una sala del reparto di neurologia, dove la figlia era ricoverata. Nel guardarla, ha notato che la bambina era sofferente e sembrava irriconoscibile.  La donna ha infatti dichiarato che «non vedevo più mia figlia, ma solo un piccolo corpo dolorante». L'accusa verso la madre non è ancora stata confermata e l'indagine non è ancora iniziata.

Quando i medici si sono affacciati all'ingresso della stanza, la donna è stata sorpresa a stringere la figlia, con le mani all'altezza del petto. Gli operatori sanitari hanno lanciato l'allarme e si sono precipitati verso la donna per bloccarla, evitando così una tragedia. I Carabinieri hanno condotto la donna, ancora in stato confusionale, in caserma, dove ha continuato a parlare, senza fermarsi, tralasciando le domande pressanti delle forze dell'ordine.

La bambina è salva e sta bene. Donatori egiziani stanno finanziando le cure dovute per la malatia della bambina attraverso un canale satellitare privato egiziano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog