Cerca

Operazione anti mafia a Latina: 23 arresti

Le indagini si collocano nell'ambito dell'inchiesta "Coast to Coast". Le accuse sono traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e usura

Operazione anti mafia a Latina: 23 arresti
Gli agenti della Polizia di Stato della Questura di Latina sono impegnati, da questa mattina, in una serie di operazioni anti camorra.
Sono 23 le persone arrestate finora con le accuse di traffico di sostanze stupefacenti, estorsioni e usura, tutte gestite da un tacito accordo tra il clan della camorra e della 'ndrangheta, nell'ambito dell'inchiesta "Coast to Coast".

L'indagine è scaturita dagli accertamenti condotti su un personaggio di spicco, considerato il tramite fra il clan Longobardi-Beneduce e il territorio al confine con Garigliano.
L'uomo, titolare di un'impresa edile, era stato "avvicinato" da alcuni esponenti della camorra flegrea e aveva cominciato a pagare il pizzo. Diversi sono stati gli episodi di intimidazioni, attraverso mezzi bruciati, minacce di morte e irruzioni notturne presso l'abitazione della vittima.
Anche un altro imprenditore era finito nelle mani degli strozzini, sempre membri del clan Longobardi- Benduce, come documentato da numerose intercettazioni telefoniche raccolte. Nel corso delle indagini, condotte dalla direzione distrettuale antimafia di Napoli, è emerso inoltre il collegamento, per quanto riguarda lo spaccio di stupefacenti, con il clan Gallace della 'ndrangheta, operativo nella zona di Nettuno.

Questa mattina sono state quindi eseguite le ordinanze con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata a estorsione, usura e traffico di droga. Tra gli arrestati, condotti nel carcere a Pozzuoli, ci sono Gennaro Cavaliere, 39enne, ritenuto a capo del gruppo.
E Nicolò D'Angelo, questore di Latina, ha dichiarato: "È un'operazione frutto di un'indagine di spessore che ha consentito di smantellare un'organizzazione di assoluta importanza".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog