Cerca

Trova l'auto rigata e picchia un disabile

La vittima stava aspettando il figlio fuori dall'asilo. L'aggressore, 25 anni, lo ha preso a pugni ed è fuggito

Trova l'auto rigata e picchia un disabile
Un disabile di 38 anni è stato aggredito davanti all'asilo nido del figlio. E' stato colpito al volto con una raffica di pugni da un 25enne romano infuriato per aver trovato la sua auto rigata. Il giovane ha creduto che fosse stato il disabile l'autore dello sfregio e ha reagito a suo modo. Poi è fuggito.

L'aggressione è avvenuta ieri all'ora di pranzo, in via Agostino Mitelli, a Tor Bella Monaca, alla periferia della Capitale, intorno alle 13.  Marco il fratello del'uomo aggredito ha raccontato che l'aggressore "è arrivato sgommando con una Citroen nera, è sceso dall’auto e lo ha aggredito con una scarica di botte dicendo che gli aveva rigato la macchina. Gli ha detto che era stato lui a rigargli la macchina poco prima, ma mio fratello era andato a prendere suo figlio a piedi, quindi non c'entrava niente. Questo signore lo ha scambiato per un altro".

La vittima
, che ha sporto denuncia ai carabinieri, è ricoverato nell'ospedale di Tor Vergata, ha riportato la frattura dello zigomo e oggi sarà sottoposto a un intervento chirurgico. L'uomo rischia anche di perdere l'uso di un occhio.

Intanto l’aggressore ha chiesto scusa: "Mi dispiace per quello che ho fatto sono rammaricato, andrò a chiedere scusa al ragazzo in ospedale", avrebbe detto al comandante della stazione dei carabinieri di Tor Vergata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    14 Novembre 2010 - 16:04

    Le leggi orami non servono più. Non danno risposte e tanto meno risultati. Ciò che sempre più si dimostra necessario sono le pene corporali, cioè un sano esempio pratico dato ai delinquenti di ciò che hanno fatto. Un'esperienza PROVATA direttamente sulla propria pelle per aiutarli a capire cosa hanno fatto, come hanno danneggiato il prossimo, e come vivere per il futuro.

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    28 Ottobre 2010 - 19:07

    in aumento gli eccessi di collera ed aggressività, spesso col pretesto di futili motivi...scrivetelo chiaro e tondo: a forza di drogarsi e bere fino allo stordimento, sempre più persone diventano incapaci di controllare la propria aggressività, fino alle conseguenze estreme. Inutile chiedere un inasprimento delle pene, tanto poi nessun giudice le applicherebbe......

    Report

    Rispondi

  • topcenter

    28 Ottobre 2010 - 19:07

    Prima o poi capiterà all'aggressore qualcosa di simile, uno così non può che attirare guai.

    Report

    Rispondi

blog