Cerca

Parentopoli: presidente Ama indagato

Scandalo assunzioni alla municipalizzata di Roma: per Franco Panzironi si ipotizza il reato di abuso d'ufficio

Parentopoli: presidente Ama indagato
Ci sono gli indagati per lo scandalo Parentopoli a Roma. Cinque persone, tra cui il presidente dell'Ama Franco Panzironi, sono state iscritte nel registro degli indagati dalla Procura della Capitale. Il reato ipotizzato dal procuratore aggiunto Alberto Caperna e dal pubblico ministero Corrado Fasanelli è di abuso d'ufficio. Oltre a Panzironi (amministratore delegato di Ama e non presidente come detto in precedenza), l’indagine chiama in causa altri dirigenti e funzionari. Gli inquirenti hanno anche disposto una serie di perquisizioni, a partire proprio dall'abitazione del numero uno dell'azienda che si occupa della pulizia e dell'igiene cittadina.
Secondo quanto emerso in questa vicenda, circa 850 persone sarebbero state assunte dall'Ama senza concorso: tra queste ci sarebbero almeno 400 autisti.

PANZIRONI: "SONO SERENO"
- "Sono assolutamente sereno poichè si tratta di un atto dovuto sul piano formale", ha commentato Franco Panzironi. "Ho piena fiducia nel lavoro della magistratura e spero che le indagini si concludano presto dimostrando la totale estraneità di Ama alle accuse". Così in una nota ha commentato l'amministratore di Ama, commentando l'iscrizione del suo nome nel registro degli indagati da parte della procura della Repubblica.




Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fossog

    19 Febbraio 2011 - 17:05

    parentopoli ? ma cosa ci vuole a fare regolamenti di assunzione trasparenti che diano la garanzia ai cittadini che i loro servizi, quelli che loro pagano, siano almeno trasparenti dal punto di vista del personale? Sull'efficenza ci siamo quasi rassegnati, ma siamo comunque ben stufi di burocrati ladri o quantomeno inetti.

    Report

    Rispondi

  • Marco40

    19 Febbraio 2011 - 16:04

    ridicole.In un paese dove,nessuno fa niente,e,se,qualcuno fa ' un'opera di bene, viene aditato come un mascalzone,e,magari finisce in carcere,siamo proprio alla frutta.Mi domando:al giorno d'oggi c'e'ancora qualcuno che crede all'abuso di potere?

    Report

    Rispondi

  • libero

    19 Febbraio 2011 - 12:12

    cogito ergo sum.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    19 Febbraio 2011 - 09:09

    Dica la verità. Lei cercava due prove della sua esistenza

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog