Cerca

Omicidio Olgiata, Winston resterà in carcere

Respinta richiesta scarcerazione per il filippino. Contro di lui altra prova: una seconda macchia di sangue sul lenzuolo

Omicidio Olgiata, Winston resterà in carcere
Winston Manuel Reves resta in carcere. Il Tribunale del riesame di Roma ha respinto l'istanza di scarcerazione presentata dal filippino reo confesso dell'omicidio dell'Olgiata del 10 luglio 1991, quando morì la nobildonna romana Alberica Filo della Torre. Nel corso dell'udienza l'accusa aveva portato una ulteriore prova a carico dell'ex domestico: una seconda traccia ematica con il suo Dna individuata sul lenzuolo con cui è stata strangolata la donna. Confermata quindi l'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Francesco Patrone dopo il decreto di fermo emesso il 29 marzo dal pm Maria Francesca Loy. Lo stesso pm si era opposto davanti ai giudici del Riesame alla scarcerazione di Winston.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • spalella

    21 Aprile 2011 - 18:06

    Certo che siamo un paese PENOSO. Ad un presunto assassino per il quale ci sono sia la prova del Dna che la sua confessione, è permesso dalle nostre stupide leggi di CHIEDERE la scarcerazione in attesa del processo ? ma siamo davvero diventati tutti idioti, o meglio idioti lo sono coloro che lavorano nel ramo della gisutizia e che fanno leggi idiote di questo tipo..... nessun cittadino se interpellato concederebbe simili opportunità. Siamo bacati e marci di sporco PERDONISMO cattolico/comunista e NON C'E' PIU' LA GIUSTIZIA, la vera e sana giustizia romana che difendeva e garantiva la società civile. Ormai si proteggono solo i delinquenti, e della società resa vittima CHISSENEFREGA.... ma io mi sono stufato.

    Report

    Rispondi

blog