Cerca

Ikea amica dei gay, dal web parte l'idea: baci per tutte le famiglie

Il sottosegretario Giovanardi aveva criticato i manifesti con una coppia omosessuale. Ecco la risposta di Facebook

Ikea amica dei gay, dal web parte l'idea: baci per tutte le famiglie
Sabato 29 aprile all'Ikea sarà tempo di "bacio libero". Questa la provocazione che viene dal web, un flash mob per ritrovarsi a miglialia alle 15 in punto davanti all'Ikea di Bufalotta - Roma Nord, baciarsi ed entrare mano nella mano nel negozio. Così Facebook risponde al sottosegretario con delega alla famiglia, Carlo Giovanardi, che aveva criticato i manifesti Ikea in cui due omosessuali si tengono per mano. Sotto lo slogan: "Siamo aperti a tutte le famiglie".

UN BACIO PER L'IKEA -"Sabato 29 aprile saremo davanti all'Ikea, ci divideremo in coppie e comunque saremo composti, qualunque sia il nostro genere di famiglia, ci baceremo per un minuto in modalità freeze", hanno detto gli organizzatori della mobilitazione. La proposta nata on line vede uniti ragazzi e non solo, che si riconoscono "in un'idea di famiglia fondata sull'affetto, sulla solidarietà e sulla scelta di stare insieme. A Roma ci scambieremo un bacio che simboleggia una scelta di solidarietà di tutti e per tutti".

GIOVANARDI: "LA FAMIGLIA E' UN'ALTRA" - 
La provocazione segue le dichiarazioni del sottosegretario Giovanardi, che ha definito anticostituzionali i manifesti del mobilificio svedese: "Avrebbero potuto dire 'Siamo aperti a tutta la comunità'. Così com'è la pubblicità è offensiva e di cattivo gusto, è un contrasto a gamba tesa contro la Costituzione". Giovanardi aveva poi specificato di riconoscersi in un differente tipo di famiglia: "Quel termine 'famiglie' è in aperto contrasto con la nostra legge fondamentale che dice la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio. L'Ikea è libera di rivolgere i propri messaggi a chi ritiene opportuno ma credo che molti clienti non lo troveranno gradevole".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • AndreaLG

    27 Aprile 2011 - 12:12

    "la famiglia è una società naturale fondata sul matrimonio". Matrimonio che oggi si fa e poi si disfa in fretta. Forse occorre un fondamento più solido del matrimonio ..."famiglia fondata sull'affetto, sulla solidarietà e sulla scelta di stare insieme". Ecco, appunto. Buon bacio a tutti. Andrea

    Report

    Rispondi

  • peroperi

    27 Aprile 2011 - 02:02

    per me la famiglia è formata da quella coppia di un uomo ed una donna che uniti in matrimonio civile o religioso o puranche senza matrimonio ma che coabitino, abbiano come obbiettivo mettere al mondo dei figli. Una volta che la coppia ha uno o piu' figli puo' definirsi famiglia e dovrebbe godere di piu' diritti delle semplici coppie senza figli. Solo con i figli naturali o adottivi puo' esistere una famiglia. Non sono d'accordo per i matrimoni gay , nè per consentire loro l'adozione in quanto non si puo' sapere se il minore ne possa soffrire in seguito. Le lesbiche invece, per loro natura, potendo procreare dovrebbero poter formarsi una famiglia ma non unita dal matrimonio che deve rimanere tale solo per gli etero .

    Report

    Rispondi

  • parigot

    26 Aprile 2011 - 20:08

    Splendida l'iniziativa di Ikea!? Noi siamo per l'apertura alle famiglie!!! Siate pure gay. Non chiediamo altro

    Report

    Rispondi

blog